Informareonline-sagrestia-vasari

Napoli, venerdì 25 giugno composizioni di Mascitti alla Sagrestia del Vasari

Mina Grasso 24/06/2021
Updated 2022/01/15 at 7:37 PM
4 Minuti per la lettura

Dopo la suggestiva serata sulla terrazza dei cannoni di Castel dell’Ovo il 21 giugno, venerdì 25 giugno 2021, alle ore 19,00, si terrà il concerto dell’Ensemble Barocco Accademia Reale diretto dal M° Giovanni Borrelli, nella sede più raccolta per questa occasione, ma ugualmente artistica, della Sagrestia del Vasari, cornice di inestimabile bellezza del Complesso Monumentale Sant’Anna dei Lombardi, in Piazza Monteoliveto, 4 a Napoli.

Andranno in scena sonate a due violini, violoncello e basso di Michele Mascitti, compositore formatosi a Napoli nel primo Settecento, nell’ottica di preservare e diffondere quello che rappresenta il patrimonio musicale napoletano inedito del XVII e XVIII secolo.

Come di consueto l’orchestra sarà diretta dal M° Giovanni Borrelli (Violino barocco di concerto e direzione), con i musicisti Giuseppe Grieco (Violino barocco), Carmine Matino (Viola barocca) Francesco Scalzo (Violoncello barocco), Tina Soldi (Clavicembalo).

Questa incantevole iniziativa è inserita nel progetto La Scuola Musicale Napoletana X edizione a cura dell’Associazione Culturale Accademia Reale, con il patrocinio della Regione Campania.

Il progetto di ricerca, recupero e valorizzazione del patrimonio musicale napoletano inedito del XVII e XVIII secolo, prevede per questo concerto una presentazione dell’edizione critica delle Sonate a due violini, violoncello e basso di Michele Mascitti, napolitano. Così come dirette da Giovanni Borrelli.

Il concerto sarà anche registrato, e messo in onda in diretta sul canale Facebook di Accademia Reale.

Il progetto La Scuola Musicale Napoletana X edizione ha coinvolto insigni studiosi per la ricerca dei manoscritti inediti ricevendo il patrocinio dell’Università Parthenope di Napoli, del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e di Istituti di cultura del territorio. E con strumenti antichi e interpretazioni filologiche le musiche dell’Ensemble Barocco tendono a  salvaguardare dall’oblio il ricco patrimonio culturale e musicale campano del periodo barocco. Per la diretta basterà collegarsi al link

Informareonline-sagrestia-vasari-2Per il pubblico in presenza, il concerto avrà un costo di € 10, di € 15 se corredato anche da visita guidata. Il tutto a partire dalle ore 18.00 di questo venerdì 25 giugno. Come ormai d’abitudine la prenotazione sarà obbligatoria scrivendo all’indirizzo mail: accademiareale@gmail.com

I pezzi scelti per la serata saranno: Domenico Gallo (1730 – 1769 ca) Sonata a 2 violini e Basso in Sol maggiore (attribuita a G. B. Pergolesi) (Moderato, Andantino, Fugato Presto); Michele Mascitti (1664 – 1760) Sonata op. 1 n. VII in Re maggiore per 2 violini, violoncello e basso (Vivace, Allegro, Grave, Allegro); Michele Mascitti (1664 – 1760) Sonata op. 1 n. VIII in La minore per 2 violini, violoncello e basso (Un poco andante, Allegro, Adagio, Allegro); Michele Mascitti (1664 – 1760) Sonata op. 1 n. IX in Do maggiore per 2 violini, violoncello e basso (Adagio, Allegro assai, Adagio, Allegro)

Ospita la serata il bellissimo Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi, fondato nel 1411, che si trovava in origine fuori le mura della città e la struttura comprendeva ben quattro chiostri, dedicati alla preghiera e alla meditazione, nonché diversi terreni, adibiti a frutteto e ad orto, per coltivazioni necessarie al sostentamento dell’intera comunità e per la produzione di erbe medicinali che i monaci realizzavano nei propri laboratori e che vendevano.

Meraviglia del Complesso è la bellissima volta affrescata da Giorgio Vasari, giunto a Napoli nel 1544, per la realizzazione di questa rara testimonianza dell’armonia rinascimentale, in cui sapienza ed eleganza si fondono perfettamente. La volta di Giorgio Vasari, decorata a grottesche, divenne per sua mano una straordinaria sfera celeste distesa in cui furono raffigurate le 48 costellazioni. Completano lo splendore del sito gli intarsi lignei di Fra’ Giovanni da Verona.

di Mina Grasso

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *