Napoli-Samp: le formazioni ufficiali e come arrivano gli azzurri al match

97
Pubblicità

Il Napoli riparte dal Maradona per ritrovare una vittoria casalinga che in campionato manca da novembre. Spalletti spera di cancellare le tre sconfitte consecutive arrivate tra le mura amiche con Atalanta, Empoli e Spezia. Intanto il tecnico è guarito dal Covid-19 e potrà dirigere la squadra dalla panchina nella sfida odierna contro la Sampdoria.

Come arriva il Napoli

Subito la prima chiamata per Tuanzebe, il difensore sbarcato ieri a Castel Volturno e con un solo allenamento nelle gambe. Non è la sola buona notizia in casa Napoli: recuperato anche Fabian Ruiz per questo match. Per il resto sarà lo stesso gruppo visto a Torino contro la Juventus eccezione fatta per Zielinski risultato positivo al Covid-19 ieri pomeriggio, come si apprende dalla nota del club azzurro:

Pubblicità

“In seguito al giro di tamponi effettuato questo pomeriggio al gruppo squadra è emersa la positività al Covid-19 di Piotr Zielinski. Il calciatore, regolarmente vaccinato, ha rispettato rigidamente nei giorni scorsi il protocollo medico relativo a tutti i comportamenti da adottare per evitare la diffusione del virus. Piotr è asintomatico e osserverà il periodo di isolamento presso il proprio domicilio”.

Buona notizia 

Una buona notizia riguarda invece il tampone negativo di Victor Osimhen. L’attaccante era risultato positivo al Covid-19 in Nigeria, durante le festività natalizie. Oggi si è negativizzato e nelle prossime ore è atteso a Napoli per mettersi a disposizione del gruppo in vista dei prossimi impegni. Possibile il suo rientro già con la Fiorentina in Coppa Italia, il prossimo giovedì.

La sfida alla Sampdoria in programma alle 16:30

Al Maradona dunque sarà lotta Europa contro lotta salvezza. Napoli e Sampdoria si ritrovano da avversarie in un momento delicatissimo per tutta la Serie A TIM, segnata dai tantissimi casi Covid. Occhio alla squadra di D’Aversa, quattro mesi dopo il match d’andata vorrà riscattare il sonoro 0-4 subito contro i partenopei, allora al comando della classifica. La Samp –  nonostante il ko casalingo arrivato giovedì contro il Cagliari –  è in un buon momento di forma, a testimoniarlo è il filotto di risultati positivi arrivati nell’ultimo periodo ed anche la vittoria nel Derby contro il Genoa che sembra aver dato entusiasmo all’ambiente. Alla vigilia del match contro il Napoli, i blucerchiati puntano ad allungare sul terzultimo posto occupato proprio dai rivali cugini.

Napoli-Sampdoria, le formazioni ufficiali

Gli azzurri dovranno ancora fare a meno di alcune pedine chiave, come Anguissa e Koulibaly (positivo al Covid-19), impegnati in Coppa d’Africa. Indisponibili ancora Lozano, Malcuit, Mario Rui e Osimhen (in rientro in Italia dopo la negatività). Anche Zielinsky non prenderà parte al match per il tampone risultato positivo lo scorso pomeriggio.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Ghoulam; Demme, Lobotka; Elmas, Mertens, L. Insigne; Petagna. Allenatore: Luciano Spalletti. A disposizione: Marfella, Idasiak, Tuanzebe, Vergara, Costanzo, Cioffi, Fabian Ruiz, Zanoli, Politano.

Anche la Sampdoria dovrà fare a meno di diversi pezzi pregiati, come Augello, stoppato dalla positività all’ultimo tampone. Mancherà Candreva, squalificato, e Yoshida si è fermato per infortunio.

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Dragusin, A. Ferrari, Chabot, Augello; Ciervo, Ekdal, Askildsen, Thorsby; Gabbiadini, Quagliarella. Allenatore: Roberto D’Aversa. A disposizione: Ravaglia, Falcone, Murru, Yepes, Trimboli, Vieira, Rincon, Torregrossa, Caputo.

I precedenti

Sono 109 gli scontri in Serie A tra le due squadre: 43 vittorie per il Napoli, 36 pareggi e 30 successi per la Sampdoria. Il dato che dovrebbe allarmare i blucerchiati è però quello relativo agli ultimi sei scontri diretti in campionato: tutte le volte ha trionfato il Napoli. Ultimo successo Samp il 2 settembre 2018: un 3-0 secco firmato Defrel (doppietta) e Quagliarella.

 

 

 

 

 

Pubblicità