Napoli, riapertura straordinaria dell’archivio fotografico storico Parisio

Napoli, Archivio Fotografico Storico Parisio dal 1926

Giulio Parisio nasce a Napoli il 14 marzo nel 1891, si cimenta nel campo del giornalismo fotografico di attività, fondando nel 1926 presso il porticato della Basilica di S. Francesco di Paola in piazza Plebiscito di Napoli, il suo atelier fotografico in cui si dedicava alla fotografia in modo professionale.

Con un occhio particolare rivolto nella quotidianità della vita, i suoi scatti fotografici documentano un percorso storico-artistico di Napoli e le varie trasformazioni della città: dai primi anni venti alla fine degli anni ottanta dello scorso secolo, attraverso un milione di lastre e negativi di diverso formato.

Nel corso degli anni è stata instaurata l’associazione “l’archivio fotografico Parisio”, che risulta essere una formazione fondamentale per le nuove generazioni di fotografi.

Per motivi burocratici lo spazio denominato la casa della fotografia, è stata chiusa nel 2014, ma grazie al sostegno del presidente Luciano Siviero e al fotografo e responsabile Stefano Fittipaldi il progetto ha ripreso in mano le redini, ed è stata inaugurata la nuova sede sabato 11 novembre 2017 alle ore 11:00, che ha permesso di restituire al pubblico e alla città, il noto atelier che rappresenta un vero e proprio patrimonio storico.

 

 

L’associazione è costituita da un gruppo di soci, con l’obiettivo di valorizzare e condividere la passione della fotografia e svolgerà manifestazioni tangibili, e attività di promozione culturale e didattiche, alternando incontri, seminari, mostre, workshop e corsi di fotografia. Il pubblico dalle ore 10 alle 14 dal martedì al sabato per i prossimi mesi, potrà immergersi visionando e acquistando, le fotografie che sono state conservate nel susseguirsi degli anni, mediante una contribuzione economica in modo rilevante che contribuirà nel raccoglie fondi per il funzionamento delle iniziative.

di Chiara Arciprete