informareonline-nuovo-hub-vaccinale-per-profughi-a-napoli

Napoli: nuovo hub vaccinale per i profughi all’Ospedale del Mare

Giovanni Terzi 07/03/2022
Updated 2022/03/07 at 9:12 AM
3 Minuti per la lettura

Nella giornata di ieri si è inaugurato il nuovo hub vaccinale riservato ai profughi ucraini, a Napoli. Precisamente, l’hub si trova all’interno del Residence dell’Ospedale del Mare.

La nuova struttura

Il centro vaccinale per le popolazioni profughe in arrivo dalla guerra diventa operativo a partire da oggi, nella giornata di lunedì 7 marzo. Questa operazione è merito del coordinamento sanitario dell’Asl di Napoli 1 Centro.

Con l’inaugurazione e l’attivazione dell’hub vaccinale riservato alla popolazione ucraina, la Regione Campania porta a termine il piano di prima accoglienza e profilassi sanitaria attivato nell’ambito del sistema nazionale.                                                                        La Regione Campania ha specificato l’iniziativa con una nota condivisa su Facebook:

“Su indirizzo del Presidente De Luca si attua l’intera filiera che prevede: registrazione da parte della Polizia di Stato anche presso il residence dell’Ospedale del Mare, rilascio del codice Stp necessario ai cittadini stranieri privi di permesso di soggiorno per poter ricevere le prestazioni sanitarie essenziali, effettuazione del tampone da parte del personale sanitario, somministrazione del vaccino secondo le normative vigenti, accoglienza presso il Residence e procedure per l’ottenimento della residenza.”

Tante richieste di accoglienza

Appena due giorni fa, gli uffici immigrazione della Prefettura della città di Napoli avevano già ricevuto circa 400 richieste di accoglienza. I cittadini e cittadine in fuga dalla guerra aveva presentato le richieste mediante le associazioni ucraine.  Le principali destinazioni in cui lo Stato italiano smista le popolazioni ucraine sono soprattutto Roma, Milano, Bologna e proprio Napoli.                                                                                          Nel capoluogo campano, dopo il passaggio al Consolato Ucraino al Centro Direzionale, al Parcheggio Brin per i tamponi e al Covid Residence dell’Ospedale del Mare, dove potranno restare due giorni e alle persone non vaccinate sarà inoculato il vaccino contro il Covid- 19, le persone in arrivo dall’Ucraina saranno distribuite nei vari centri di accoglienza.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *