metropark napoli

Napoli, Metropark in mano agli abusivi. I cittadini: “La polizia non interviene”

Redazione Informare 10/08/2022
Updated 2022/08/11 at 11:54 AM
2 Minuti per la lettura

Se i parcheggiatori abusivi si impadroniscono anche dei parcheggi a pagamento gestiti da enti come le Ferrovie dello Stato, allora non c’è più speranza per un ritorno alla legalità o quanto meno risulta assai difficile. Accadrebbe al Metropark della Stazione Centrale di Napoli, parcheggio con 263 posti auto e 61 per moto la cui tariffe sono di 2,50 euro all’ora.

Il Metropark della Stazione Centrale di Napoli nelle mani degli abusivi: le testimonianze degli automobilisti

Secondo quanto riferitoci da un’automobilista, oltre al fatto che le biglietterie risultano fuori servizio, il controllo del parcheggio è stato preso da diversi parcheggiatori abusivi, i quali richiederebbero insistentemente e più volte il pagamento della sosta.

In una registrazione si sentono alcuni operatori e delle donne discutere sula questione: “la polizia viene qui più volte al giorno ma questi sono una categoria protetta” afferma una delle voci. Si lascia intendere che gli abusivi possano essere dei tossicodipendenti.

«Pensa che a noi è capitato che li abbiamo pagati e hanno negato tutto, volevano un altro euro – ci spiega E – Gli operatori addetti all’assistenza clienti dicevano che la polizia viene tante volte al giorno, ma quelli lì sono una categoria protetta e non possono farci niente. Non hanno specificato cosa intendessero, ma gli abusivi sembravano evidentemente dei tossicodipendenti».

Stando alle testimonianze, il parcheggio sarebbe in balia degli abusivi che utilizzano anche la violenza verbale per estorcere il danaro/racket a coloro che devono parcheggiare la propria vettura e le forze dell’ordine si sentono con le mani legate o quasi avendo a che fare con una categoria particolare di persone.

di Fabio De Rienzo

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.