Napoli Liverpool champions league

Napoli-Liverpool: così in campo per la Champions

Rossella Schender 07/09/2022
Updated 2022/09/07 at 4:41 PM
4 Minuti per la lettura

Il momento più emozionante della stagione è ufficialmente arrivato. Ritornano le notti magiche di Champions League sul terreno di gioco del Diego Armando Maradona. Finalmente il Napoli si ripesenta sui grandi palcoscenici europei dopo due anni di assenza. Il big match che animerà questa magica serata è tutto da giocarsi con i vice campioni d’Europa del Liverpool di Klopp.

Ormai un habitué la sfida tra i partenopei e i Reds. Quattro, infatti, i precedenti incontri tra le formazioni. Le statistiche sorridono alla squadra di Luciano Spalletti: due le vittorie degli azzurri, entrambe conquistate tra le braccia di Partenope; una sconfitta e un pareggio invece nell’infuocato Anfield.

Per Jurgen Klopp il Diego Armando Maradona è diventato una vera e propria sfida personale ma, ancora una volta, gli azzurri così come i numerosi tifosi attesi sugli spalti, non gli daranno vita semplice.

Come si presenta il Napoli alla sfida di Champions

Il filotto di risultati utili nelle prime cinque sfide di campionato, nonostante il pareggio mal digerito con il Lecce, accompagna il Napoli verso la sfida europea di Champions League serenamente. Malgrado questo, però, Luciano Spalletti è costretto a tener conto dei piccoli problemi della sua rosa. Victor Osimhen, infatti, è alle prese con un perdurante fastidio all’adduttore. Tenuto a riposo nella giornata di lunedì, ieri l’attaccante si è comunque presentato sui campi di Castel Volturno. Si è scelto di procedere con il lavoro personalizzato e poi permettere alla punta napoletana di aggregarsi al resto del gruppo. Il nigeriano vuole esserci, ma la sua presenza sarà da valutare last minute.

Per Lozano, che ha ricevuto il responso positivo dalla tac effettuata, potrebbe esser prevista la panchina. A sostituirlo sarà chiamato Matteo Politano mentre risulta intoccabile per il tecnico toscano Khvicha Kvaratskhelia.

Le difficoltà di Klopp

Se da un lato il tecnico tedesco dei Reds può sorridere per il rientro di Thiago Alcantara, dall’altro dovrà fronteggiare ancora l’assenza del capitano Jordan Henderson. Nella lista degli indisponibili figurano anche Ibrahima Konate, Calvin Ramsay, Naby Keita, Alex Oxlade-Chamberlain e Curtis Jones.

Seppur dunque in un momento non del tutto positivo, la squadra inglese è sempre presente all’appello delle big del calcio internazionale, e non si risparmierà nella gara inaugurale della sua stagione di Champions.

Le probabili formazioni

I ventidue in campo dovrebbero essere schierati con un 4-3-3 da ambedue i tecnici.

Le scelte di Luciano Spalletti potrebbero ricadere su quelli che sembrano essere ormai i suoi “titolarissimi”. Meret tra i pali dovrebbe essere protetto dal quartetto di difesa che prevede capitan Di Lorenzo, Rrahmani e Kim per un solido muro, e Mario Rui a sinistra. A centrocampo dovrebbero agire Anguissa, Lobotka e Zieliski, a sostegno del tridente d’attacco che dovrebbe vedere Politano ala destra, Osimhen come centravanti e Kvaratskhelia sulla fascia sinistra.

Sul fronte inglese Jurgen Klopp si affiderà ai suoi colossi. Tra questi, ovviamente, Alisson in porta protetto dal quartetto formato da Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk e Robertson. Il centrocampo dei Reds potrebbe essere composto da Elliott, Fabinho e Milner alle spalle di un solito Momo Salah, Nunez e Luis Diaz a sinistra.

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui; Anguissa, Lobotka, Zielinski; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.

Liverpool (4-3-3): Alisson; Alexander-Arnold, Matip, Van Dijk, Robertson; Elliott, Fabinho, Milner; Salah, Nunez, Luis Diaz.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.