Pubblicità

La prima Napoli – Juventus al D.A.M. è appannaggio degli azzurri. Finisce 1 a 0 con un rigore di Insigne dopo 90 minuti di prestazione generosa

Il Napoli batte la Juventus 1 a 0 e ricaccia indietro paura e delusione. Il gol arriva su rigore al 31′ e a tirarlo arriva sul dischetto un coraggioso Insigne, non erano certo a suo favore le statistiche visto che su 4 rigori sbagliati 3 erano capitati proprio contro i bianconeri. L’ultimo in ordine di data appena un mese fa in Supercoppa, gol che avrebbe potuto riaprire una partita ormai segnata negativamente per il Napoli.

Il Capitano stasera ha preso la squadra sulle spalle ma è stato anche aiutato dalla prestazione generosa di tutta la squadra: la fase difensiva è stata coadiuvata da tutti e piuttosto che sottolineare gli errori del compagno si sono impegnati a valutare i propri.

Pubblicità

Potrebbe essere un buon punto di partenza, al momento abbiamo metà squadra infortunata e stasera si sono aggiunti Lozano, Meret e Ospina alla lunga lista. Ma se un Napoli in emergenza può giocare n questo modo, con la formazione a pieno regime sicuramente Gattuso potrà fare meglio di quanto fatto fino ad oggi.

Le pagelle di Napoli – Juventus

Meret 7- Non doveva partire titolare, ma mai come stasera si è fatto trovare pronto. Nel secondo tempo la partita l’ha salvata lui dato l’assedio bianconero in area.

Di Lorenzo 6 – Si fa ammonire presto e da quel momento viene puntato da Chiesa che in più di una volta lo porta ai limiti del fallo.

Rrahmani 7 – Probabilmente si è trovato in campo data l’emergenza, dopo le prime partite avrebbe potuto demoralizzarsi invece stasera abbiamo intravisto davvero qualcosa di valore.

Maksimovic 6 – Contratto in scadenza non rinnovato, magari andrà via a parametro zero, fino ad oggi le sue prestazioni altalenanti non hanno soddisfatto. Stasera ha fatto qualcosa di buono, il reparto difensivo ha tenuto anche per merito suo.

Mario Rui 6 – Una partita davvero generosa, meno errori del solito e più attenzione. Non era facile contenere Chiesa, Cuadrado e Ronaldo. Non perfetto, ma efficace.

Bakayoko 5,5 – Baluardo per la linea difensiva, si fa anche ammonire per un intervento su Rabiot. Peccato gli manchi velocità.

Zielinski 6 – Buona la manovra ma non brillante, non si fa vedere molto e tocca meno palloni di quanti occorrerebbero. Dal 19′ s.t. Elmas 6 – Qualche errore ancora di troppo, ma entra in un momento non semplice.

Politano 6 –  Si sacrifica sulle diagonali e soffre molto Danilo, presente sulla manovra ma poco efficace nella fase finale. Dal 19′ s.t. Fabian Ruiz 6 – Il primo rientro post – covid per lui, non si fa notare ma contiene e difende.

Insigne 7 – Segna il rigore e finalmente arriva a quota cento, scaccia i fantasmi sl dischetto del rigore e alla fine il suo gol permette al Napoli di vincere. Partita generosa, uomo ovunque, si sacrifica in ogni zona del campo rinunciando in più di un’occasione al tiro. Dal 42′ s.t. Lobotka s.v.

Lozano 6 – Punta Cuadrado e spesso se lo lascia alle spalle, come sempre una buona prestazione la sua anche se spesso risulta ingabbiato. Gioca gli ultimi minuti in piena sofferenza per un infortunio quando ormai i cambi sono finiti.

Osimhen 5,5 – Non riesce a liberarsi di Chiellini e De Light, gira un pallone verso la porta ma per il resto davvero poca roba. Dal 30′ s.t. Petagna s.v.

Gattuso: Costruzione dal basso, pressing alto, stasera la squadra non ha paura. Ma non parlerei di veleno o cazzimma. Stasera hanno avuto coraggio, non si sono spaventati sul vantaggio e hanno ragionato sugli errori. La Juventus ha aperto le vie centrali e le hanno usate. Il secondo tempo ne hanno subito l’assedio ma hanno resistito. Mister, stasera è stata la squadra a lanciare un messaggio.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità