Napoli 2

Napoli: inaugurata una sede dell’Accademia della lingua napoletana nel cuore del centro storico

Redazione Informare 13/06/2024
Updated 2024/06/14 at 1:37 AM
2 Minuti per la lettura

Ci ha pensato Davide Brandi, che nel 2015 ha fondato la scuola annessa all’Associazione “I Lazzari” per conferire maggiore dignità alla più famosa varietà regionale d’Italia, codificandola col sistema di regole proprio di ogni lingua e dando dei riferimenti precisi a chiunque voglia parlarla, scriverla o cantarla.

La scuola, i cui corsi sono stati approvati dal Consiglio Europeo di Strasburgo, si pone come obiettivo l’insegnamento della lingua napoletana dal livello basico a quello avanzato, secondo il quadro comune europeo per le lingue. E’ possibile quindi, previo test di verifica, iscriversi a corsi di livello A1, A2, B1, B2, C1, C2, che si tengono o a Palazzo Venezia, in centro storico, oppure all’Istituto Francese di Napoli “Grenoble”, a titolo gratuito. Ma non è tutto.

Inaugurata Accademia della lingua napoletana

Brandi si dedica incessantemente alla diffusione della cultura napoletana tramite una serie di iniziative interessanti, divertenti e originali che nel tempo sono diventate una grande attrattiva non solo per i turisti, ma anche per la popolazione locale. Nella splendida sede di Palazzo Venezia, in via Benedetto Croce, una delle strade del centro storico più belle e frequentate dai turisti, è possibile, oltre a frequentare i corsi di lingua napoletana, assistere a concerti, rappresentazioni teatrali, rassegne cinematografiche, seminari e convegni, presentazioni di libri, o anche partecipare al gioco della tombola storica o al concorso di poesia, tutto rigorosamente relativo alla cultura napoletana.

Il programma è fitto di eventi di grande qualità e professionalità, apprezzati da un pubblico sempre più vasto, di tutte le nazionalità e di ogni età, accomunato dalla passione per le tradizioni partenopee. Hanno avuto grande successo il café chantant, spettacolo di rivista molto in voga verso le fine del 1800, riproposto nella versione più tradizionale con canzoni e abiti d’epoca. La tombola del 1700, frutto di un’accurata ricerca storico-filologica sulle tradizioni popolari nel caso di scuole elementari e medie, oppure online per il pubblico lontano da Napoli.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *