Impresion-arte

Napoli, inaugurata al Foqus la mostra “Impresion-Arte”

Ciro Giso 13/01/2023
Updated 2023/01/13 at 5:12 PM
3 Minuti per la lettura

È stata inaugurata nella serata di ieri al Foqus – la Fondazione Quartieri Spagnoli – la mostra “Impresion-Arte: stampare, dispiegare, cantare” a cura di Laura Lio, artista ed editrice, in collaborazione con l’Istituto Cervantes di Napoli.

Impresion-Arte è un viaggio tra magazine e libri d’artista, cartoneros, manifesti e altre riviste rare riunite dal lavoro di artisti contemporanei e non solo provenienti dalla Spagna. Nella sua esposizione è un modo per estendere la vita di carte e tessuti vissuti davvero – non semplici libri. Modi di produrre sperimentali, innovativi e magari andati perduti sono stati ritrovati nella vasta selezione della mostra.

Impresion-Arte: dalla Spagna al Foqus di Napoli

Tra gli autori di questi lavori troviamo la generazione degli anni ’30 e ’40 con Esther Ferrer, Isidoro Valcárcel Medina ed Eva Lootz, fino ad autori moderni e contemporanei del secondo ‘900. Lontani nel tempo e nello spazio, eppure sono tutti così tanto vicini a noi: opere passate di mano in mano, lette, stropicciate, conservate e riscoperte.

C’è l’opera di biglietti della metropolitana di Darya Von Berner, con una poesia di Lawrence Ferlighetti che innalza la poesia del viaggio, fino ai disegni di Marta Serna. La selezione di opere è stata concepita per la Galleria d’Arte Contemporanea Portacarrese a Foqus, accanto alla biblioteca intitolata a Italo Calvino. Per i curatori degli spazi “libri, manifesti e riviste cercano di stabilire un dialogo con questa biblioteca”.

Una piccola parte della produzione della carta stampata d’alternativa in Spagna, che vuole scatenare la curiosità e la ricerca del pubblico anche con i laboratori organizzati in sede con l’editore e visual-artist Pepe Murciego: è Pagine in costruzione – riviste assemblate, sperimentali e rare, iniziato il 12 Gennaio e che si ripeterà anche oggi in sede fino alle ore 17. Un workshop che apre e continua la mostra guardando ai metodi di sviluppo e realizzazione di opere ricercate sulla stessa aria rivoluzionaria di quelle esposte, aprendo alla città e al quartiere interessanti metodi di produzione artistica.

La mostra sarà alla Fondazione Quartieri Spagnoli fino al prossimo 27 Febbraio.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *