informareonline-federico II manifestazione guerra

Napoli, Federico II: alunni e docenti manifestano contro la guerra

Redazione Informare 16/03/2022
Updated 2022/03/16 at 12:43 PM
2 Minuti per la lettura

Lunedì 14 marzo a Napoli, studenti di ogni tipo, frequentanti della Federico II, hanno gridato insieme contro la guerra. Sullo Scalone della Minerva, molti giovani hanno dato il via ad un flash mob in cerca della pace, per poi sposarsi nell’Aula Magna della sede centrale dell’Ateneo.

L’Università ha creato un vero e proprio “Manifesto per la Pace“, condividendo brani, poesie e musiche. I versi di molti autori noti hanno portato avanti la manifestazione, come Ivan Franko, Gianni Rodari, Charlie Chaplin, Franco Battiato, Fëdor Dostoevskij, Lev Tolstòj, e tanti altri per una serie di letture contro le guerre.

Affianco a queste letture significative, ci sono state le interpretazioni degli studenti, sempre affiancati dal Rettore Matteo Lorito e dai docenti, tra cui Laura Lieto, Assessore al Comune di Napoli.

Le parole del Rettore dell’Università Federico II

«L’Ateneo è da sempre sede di scambi culturali e promotore di confronto e anche in questa occasione, con la massiccia partecipazione degli studenti soprattutto attraverso le associazioni studentesche, ha scelto di far sentire la propria voce nel nome della cultura».

Il Rettore Lorito ha spiegato: «Siamo di fronte ad una situazione inaccettabile, le Accademie devono essere la culla per il superamento di queste situazioni di conflitto. Queste cose non devono più succedere, sono l’Antistoria. Non possiamo pensare di avere queste situazioni qui vicino, ai confini con l’Europa e che ci ricordano un passato che non deve più esistere. Siamo assolutamente con il popolo ucraino, con chi soffre, con tutti coloro che subiscono gli effetti di questo conflitto».

Infine, Lorito ricorda: «noi abbiamo illuminato i nostri monumenti, le nostre menti e quelle dei nostri ragazzi perché non possiamo fare altro che urlare a tutti che la pace è l’unica vera soluzione». Il rettore ha annunciato aiuti per studenti e ricercatori ucraini, sia per quanto riguarda l’accoglienza, posti letto, nonché per borse di studio ed esoneri dal pagamento delle tasse.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *