Napoli Expò Art Polis, al via la VII edizione dal 21 luglio al 6 settembre

218
informareonline-napoli-expo-art-polis
Pubblicità
Torna con l’estate l’appuntamento annuale con le arti figurative. Giunta alla sua VII edizione, Napoli Expò Art Polis, la rassegna dedicata alla creatività made in Naples e non solo, avrà luogo nel salotto buono della città, il PAN-Palazzo Delle Arti di via Dei Mille, dal 21 luglio al 6 settembre. Tema dell’edizione 2021 è il Rinascimento Partenopeo, l’uscita dal buio di un periodo storico singolare e la rinascita attraverso l’espressività dell’arte.
Sono circa cinquanta gli artisti in mostra, in un percorso espositivo diviso in cinque settori: Scatti, Materia, Segni, Visionari, Nuova genia mediterranea.
Questa edizione sarà dedicata al compianto scultore Luigi Mazzella, con una sala allestita con una selezione di opere del maestro, grazie ai figli Mariano e Laura. Anche TOKIOcittà olimpica 2021 avrà il suo spazio dedicato con il progetto “TOKIO 365” del fotografo Virginio FAVALE. Immancabile, come in ogni edizione della nostra rassegna. “L’ospite a sorpresa”, che quest’anno sarà l’eclettica artista ROSALIA PORCARO con una sala dedicata al suo percorso pittorico dal titolo L’Arte dell’INCANTO.
Napoli Expò Art Polis è un progetto ideato, diretto e curato da Daniela Wollmann per l’associazione RivoluzionART/CreativiATTIVI, in collaborazione con l’assessorato all’Istruzione, alla cultura e turismo del Comune di Napoli. Per questa edizione ci si avvale della collaborazione dell’architetto Bruno Cuomo per l’allestimento, e di ARCSTUDIO per le referenze grafiche e fotografiche.
Per esigenze dettate dalla pandemia, quest’anno la rassegna dovrà rinunciare a ospitare il suo classico salotto “NAPOLI CON…” dedicato a Luigi Necco, e il suo fitto calendario di appuntamenti musicali e culturali, che si spera di poter effettuare e quindi recuperare questo vuoto, durante il premio artistico “NAPOLI ARTE & RIVOLUZIONE”, in programma dal 18 settembre al 2 ottobre 2021, sempre al PALAZZO DELLE ARTI DI NAPOLI.
A corredo della mostra sarà edito un catalogo con testi critici di Gianpasquale Greco tradotti in inglese e in francese per ampliarne la divulgazione.
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità