Profumo di sfogliatelle appena sfornate, la pizza, luci e buona musica. A Napoli dal mese di dicembre si respira una vera e propria aria natalizia.

Ad accorgersi di questo calore partenopeo sono sicuramente i turisti che, dall’inizio del mese, popolano le strade della città.
Quest’anno Napoli si classifica, come scaturito da una ricerca del portale Jetcost, seconda città italiana e tra le prime venti nel mondo per affluenza di turisti. Una rivincita per il territorio che vede le vie del centro storico affollarsi.

Visitatori provenienti da tutto il mondo girano allegri per la città visitando San Gregorio Armeno che, come al solito, colpisce l’occhio dei visitatori grazie ai suoi presepi. Molto ambiti luoghi di grande cultura e storia come Il Campanile di Santa Chiara, il Palazzo Reale, o c’è chi sfrutta questi momenti per fare shopping in Via Toledo.

Sfortunatamente Napoli si è sempre distinta per le sue contraddizioni, tanto bella quanto sporca. Molte sono state le lamentele a causa della forte presenza di spazzatura sui marciapiedi e difronte a monumenti storici di grande importanza.
Ovviamente della forte affluenza di turisti in città, ne ha risentito il settore “trasporti”. La Stazione metropolitana di Toledo ha “sfiorato il collasso per le troppe presenze”, per non parlare delle file chilometriche solamente per acquistare un biglietto.

Nonostante queste palesi problematiche, i cittadini partenopei sono pronti a vivere con allegria la notte di Capodanno, momento in cui i vigili urbani si recheranno in diversi luoghi della città, per riuscire a prevenire ed evitare danni ingenti sul territorio.

Napoli è tante cose… Colorata, profuma di felicità e soprattutto tanto amata!
Tanto atteso l’evento in Piazza Plebiscito, attimi in cui daremo il benvenuto al nuovo anno insieme ai turisti che definiscono la nostra città “screpolata e autentica” …Come dargli torto!

di Clara Gesmundo

Print Friendly, PDF & Email