Napoli, il cinema si fa e si vende

Vincenzo Mosca

Intervista a Vincenzo Mosca, distributore cinematografico napoletano

Sarà il permanente fermento artistico, saranno le spettacolari ambientazioni o le storie nascoste nei sampietrini, ma Napoli rappresenta da sempre una scenografia naturale per il cinema. Il riferimento non è solo all’ambito artistico. Quest’anno la nostra città ha ospitato i “Movie Screenings” e li ospiterà anche per i prossimi due anni. A parlarcene è stato Vincenzo Mosca, CEO della TVCO, la casa di distribuzione cinematografica internazionale nata a Napoli e con sede a pochi passi dal lungomare partenopeo. La TVCO ha l’arduo compito di prendere in carico film di produzioni terze e di venderli all’estero in quanto agenzia, esportando l’arte cinematografica italiana e, ovviamente, napoletana. «I movie screenings sono 4 giorni dedicati al cinema italiano e alla clientela internazionale» ci ha spiegato Mosca. «Come tutti i prodotti anche i film vengono venduti e i film italiani hanno storicamente un folto mercato internazionale. Da qualche anno Film Italia, società che si occupa della promozione del cinema italiano all’estero, organizza queste giornate dedicate alle visioni del cinema nostrano inedito per i compratori internazionali. Insieme a questi sono presenti anche i distributori. Quest’anno e nei prossimi due anni sarà Napoli». La nostra città, quindi, non si presta solo come scenografia ma riesce a diventare un luogo di meeting e business. «Napoli è una città che ha sempre dato spazio al cinema e negli ultimi anni questo ha rappresentato un volano di crescita culturale e industriale, per le centinaia di produzioni che è riuscita ad ospitare. Oltre alla meravigliosa location, qui abbiamo a disposizione tante strutture che possono ospitare eventi di questo genere. L’arrivo dei Movie Screenings è la prova che il cinema da Napoli non se n’è mai andato, non solo artisticamente».

Una società calata nel business cinematografico sembra la sintesi delle due anime racchiuse in ogni napoletano: da un lato la grande propensione artistica, dall’altro la capacità di commercio storicamente riconosciuta. «Noi cerchiamo di portare Napoli all’estero – ha affermato il CEO della TVCO – abbiamo in catalogo film di grandi registi napoletani, tra cui Stefano Incerti e Bruno Colella. È importante per noi esportare ciò che ci appartiene per nascita, con un occhio perenne al cinema italiano tout court».

Parlando d’arte si corre il rischio di dimenticare l’aspetto economico che questa può comportare. Far arrivare iniziative a Napoli come il Movie screenings vuol dire offrire un’immagine commerciale positiva della nostra città, tralasciando gli introiti che possono arrivare nell’atto stretto di vendita. Il sorriso, ovviamente, va alla TVCO che in queste situazioni può e deve giocare in casa.

di Savio De Marco

About Salvatore De Marco

Salvatore De Marco nato il 18/10/1992 a Napoli. Tutti lo conoscono come Savio De Marco.
Diplomato al Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Napoli.
Laureando presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II in Scienze Politiche.
Ama l’arte, la filosofia e la scrittura e il teatro, appassionato di cinema e fumetti.
Coordinatore e Regista di una compagnia amatoriale teatrale “Pazzianne & Redenne” formata totalmente da giovani.
Milita in un’associazione culturale “ViviQuartiere Napoli” attiva nella riqualificazione del nostro territorio.