Napoli, chiude lo storico “Gran Bar Riviera”

106
La crisi economica continua a mettere in ginocchio diverse attività commerciali, la situazione peggiora di giorno in giorno, soprattutto in Campania, e la causa principale è la pandemia che da un anno, con le sue restrizioni e limitazioni, costringe alla chiusura.

A Napoli, lo storico locale “Gran Bar Riviera” ha chiuso i battenti dichiarando il fallimento. Sono da circa due giorni che sulla vetrina del bar è appeso un cartello con il seguente messaggio: “Tribunale di Napoli VII Sezione Fallimentare. Avviso esplorativo per richiesta manifestazione di interesse all’acquisto del bar e del laboratorio di pasticceria”.

Informareonline-RivieraDunque, il locale e il laboratorio sono stati messi in vendita, ma il bar già da diverso tempo era in grave difficoltà: ha attraversato diverse gestioni accumulando debiti per circa un milione di euro, e l’avvento del COVID-19 ha solo aggravato la situazione e 12 dipendenti hanno perso il lavoro definitivamente. La Confesercenti Campania ha sottolineato che con il passaggio in zona rossa, infatti, ulteriori imprese finiranno sul lastrico e circa 800 mila lavoratori saranno costretti a rimanere a casa. Non basta più “tirare avanti” con il servizio d’asporto o il delivery, la crisi si tocca con mano. Il “Gran Bar Riviera” non è certo l’unico ad aver chiuso in zona. Ristoranti, ma anche hotel e negozi di vendita al dettaglio non esistono più. La Riviera di Chiaia, in sostanza, è una strada senza più economia, nessuno piò più andare avanti così.

di Federica Lamagra

Pubblicità
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità