Ristrutturazione Cardarelli

Napoli, Cardarelli: via ai lavori di ristrutturazione

Giovanni Terzi 14/11/2022
Updated 2022/11/14 at 12:13 PM
3 Minuti per la lettura

Nei giorni scorsi è iniziata la prima tranche di lavori di ristrutturazione del Pronto Soccorso circa l’ospedale Cardarelli di Napoli. Il suddetto è un intervento che riguarderà le aree di prima accoglienza. In particolare, pretriage, triage, e la “linea febbre”, lo specifico percorso destinato ai pazienti sospetti Covid-19.

L’obiettivo del Cardarelli

L’obiettivo dell’azienda è quello di effettuare degli interventi migliorativi degli attuali ambienti, facendo riferimento all’impossibilità di stravolgere l’attuale struttura, dovendo garantire la continuità dell’assistenza.

La riqualificazione degli spazi del Pronto Soccorso risponde alla necessità di garantire una migliore gestione delle attività, assicurare la necessaria dignità di accoglienza a pazienti e familiari e facilitare il lavoro degli operatori.

Proprio per garantire la continuità dell’attività assistenziale, l’intero intervento edilizio durerà diversi mesi e si articolerà in cinque diversi step. Le aree di cantiere sono state allestite in una porzione degli spazi dell’attuale Pronto Soccorso, e nelle fasi successive il cantiere si sposterà in altre aree e l’attività assistenziale potrà estendersi alle zone già ristrutturate.

Le parole del Direttore Antonio D’Amore

Antonio D’Amore, Direttore Generale del Cardarelli, ha espresso in una nota il proprio pensiero:

«L’attuale condizione dei locali del Pronto Soccorso era tale da richiederci di procedere in modo prioritario alla realizzazione di una riqualificazione e riorganizzazione degli spazi. Trattasi di lavori effettuati in urgenza e che rispondono alla necessità di garantire la necessaria dignità a pazienti e operatori. Data la necessità di intervenire senza interrompere le attività, non potremo effettuare interventi che modifichino in modo radicale l’intera struttura del Pronto Soccorso. Ergo ottimizzeremo gli spazi, continuando a garantire la funzionalità del Pronto Soccorso».

La prima fase di lavori è attualmente in corso e sarà ultimata in un arco temporale di circa otto settimane.

Le migliori opere pubbliche: manutenzione e ristrutturazione

Personalmente, credo che le migliori opere pubbliche attualmente siano la manutenzione e la ristrutturazione. Dai ponti alle autostrade, dagli ospedali alle strutture turistiche, la situazione circa la manutenzione in Italia è davvero allarmante.

Questo perché, purtroppo, la maggior parte delle società che controllano ponti e strutture sono private, dunque non hanno il minimo interesse ad investire sulla ristrutturazioni, dovendo fare utile. Un esempio lampante e allo stesso tempo tragico è rappresentato dal famoso ponte di Genova, ove morirono moltissime persone a causa del crollo, dovuto alla mancata manutenzione.

Riguardo il Cardarelli di Napoli, la ristrutturazione del Pronto Soccorso rappresenta sicuramente un passo importante verso il miglioramento delle strutture sanitarie campane.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *