La lingua inglese è ampiamente riconosciuta nel lavoro e nelle relazioni interpersonali come chiave comune per comprendersi in questo mondo ormai globalizzato. Nel settore turistico, la conoscenza dell’inglese è basilare, il prerequisito minimo affinché possano essere condotte correttamente conversazioni in lingua con i turisti che visitano le nostre città o quantomeno per dare loro giuste informazioni.

Tuttavia a Napoli, precisamente nella stazione metropolitana di Materdei, esistono strafalcioni lessico-grammaticali (in italiano, ma soprattutto in inglese) che non passano inosservati. Infatti, su dei fogli informativi, scritti a mano e attaccati col nastro adesivo sulle macchinette erogatrici dei biglietti per viaggiare tra le stazioni metropolitane più belle del mondo, ci colpiscono i seguenti ridicoli ed esilaranti errori.

Immagine n° 1

Nell’immagine n° 1, è possibile notare due fogli: il primo è scritto in italiano, il secondo con l’approssimata traduzione in inglese, eseguita molto probabilmente con Google Translate (provare per credere).

La prima voce tradotta (“Inserire le monete“) non necessita dell’articolo “the” e quindi la traduzione corretta sarebbe “Insert coins“.

Nonostante gli errori siano presenti anche in “Only accept coins” e “Does not accept banknotes” e nel resto delle scritte, l’ultimo è forse quello più grossolano. L’errore (in italiano) “da il resto“, con “da” usato come preposizione e non come III persona singolare presente del verbo dare (dà), non è una casualità. Infatti, l’incaricato alla traduzione ha convertito il testo in inglese scrivendo “from the rest”, utilizzando la preposizione di moto da luogo “from” (trad. “da”) e “rest”, che letteralmente significa “resto” ma, relativo al denaro, la traduzione appropriata sarebbe “change“. Degli utili suggerimenti si potevano riscontrare nella traduzione scritta e preesistente sulla macchinetta (“Change is given by the dispenser”).

Secondo foglio informativo contenente errori

Non vogliamo fare i “professori” che bacchettano lo studente impreparato, ma in una delle stazioni più frequentate da napoletani e turisti, non solo ci sono approssimativi fogli bianchi contenenti informazioni per l’acquisto di validi titoli di viaggio, ma gli stessi contengono una serie enorme di errori, in italiano e soprattutto in inglese, che potrebbero risultare difficilmente comprensibili proprio ai turisti. Dispiace constatare questi “refusi” che potrebbero essere oggetto di scherno per gli stranieri (e non solo).

È doveroso quindi segnalare queste incongruità di lingua affinché il servizio venga decisamente migliorato.