Napoli, altri infortuni in nazionale

80
informareonline-napoli-infortuni-in-nazionale
Pubblicità

Scongiurare gli infortuni da nazionale con la Società Sportiva Calcio Napoli ormai serve a poco. Da sempre la tegola dei ritiri è un duro colpo da digerire per i tifosi e gli allenatori azzurri.

Qualche giorno fa avevamo avuto la conferma dell’infortunio di Alex Meret, il quale ha riportato una frattura dell’apofisi traversa di sinistra della terza e quarta vertebra lombare, rimediata nella sfida di domenica al 10′ contro il Genoa. Questo infortunio rappresenta un grosso problema per mister Spalletti, il quale era pronto ad affidarsi proprio al portiere azzurro in vista della gara di sabato 11 settembre contro la Juventus.
A quanto pare i tempi di recupero possono arrivare fino a 3 settimane, se non oltre. L’estremo difensore azzurro dovrebbe quindi saltare gli impegni con Juventus, Leicester, Udinese e Sampdoria, ritornando sul terreno di gioco del Maradona solo il 26 settembre.

La strage di portieri azzurri non è però finita qui: ieri Ospina, estremo difensore colombiano, ha lasciato il campo zoppicando nei minuti finali di Bolivia-Colombia a seguito di una botta rimediata durante un contrasto. Le condizioni di Ospina verranno valutate nelle prossime ore ma, secondo quanto riportato da diverse testate, pare esserci un alone di ottimismo sul grado di serietà dell’infortunio e i tempi di recupero.

Pubblicità

Se i due portieroni dovessero dare forfait chi scenderà in campo contro i bianconeri? Davide Marfella, il giovane portiere napoletano classe 99, rientrato in casa azzurra dopo l’esperienza pugliese con il Bari di Luigi De Laurentiis.

Il tecnico di Certaldo non dovrà di certo far fronte solo ai problemi legati agli infortuni. Le leggi inglesi, infatti, arrivano come un fulmine a ciel sereno: obbligatoria risulta essere la quarantena di dieci giorni per chi rientra dal Sudamerica e dalle zone rosse dell’Africa. I nomi coinvolti sono Ospina, Koulibaly e Osimhen. La prima di Europa League potrebbe costringere il tecnico a giocare contro il Leicester senza tre uomini importanti per la rosa. La società sempre essere in contatto con l’UEFA per risolvere questo problema.

L’esperienza di Spalletti all’ombra del Vesuvio inizia con non poche difficoltà: il primo picco di sfortuna è stato infatti registrato nelle calde giornate estive del ritiro pre campionato quando, durante l’amichevole contro la Pro Vercelli, il centrocampista tedesco Diego Demme aveva riportato una rottura del legamento collaterale-mediale del ginocchio destro che lo costringerà a stare lontano dal campo fino a ottobre.

Non ci resta che continuare a seguire con il fiato sospeso questi giorni di ritiro nazionale, con la speranza di riportare solo aggiornamenti positivi!

di Rossella Schender

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità