Nando Misuraca: «Il musicista è un fratello, non un cliente»

Suono Libero Music

«Suono Libero Music nasce nel 2013 da un mio sogno, vedere a Napoli una struttura operativa che potesse aiutare i musicisti a districarsi nel complesso ambiente dello spettacolo», così Nando Misuraca, cantautore napoletano, da 18 anni sulla scena artistica italiana e recentemente tornato alla ribalta grazie al brano “Mehari Verde” dedicato al giornalista Giancarlo Siani, ci spiega il progetto in cui ha unito le sue passioni: la musica e il giornalismo. L’etichetta discografica indipendente, in appena 5 anni di vita, è diventata non solo un punto di riferimento attivo nel panorama musicale napoletano, ma si è accreditata presso le più importanti testate giornalistiche e radiofoniche nazionali, collaborando nella cura di eventi, produzioni e comunicazione di artisti, con un target che va dagli esordienti fino ad affermati professionisti.

 

Nando Misuraca di Suono Libero Music
Nando Misuraca di Suono Libero Music

 

Da musica e giornalismo può nascere un progetto culturale che dà voce ai tanti artisti che nutrono il proprio talento troppe volte lontano dai palcoscenici e soprattutto dalle opportunità che meritano. Suono Libero Music si impegna a considerare il musicista non un cliente bensì un fratello. L’ultima iniziativa è lo “Studio Solidale”, un progetto che ci spiega lo stesso cantautore partenopeo: «fondamentale nella musica è l’organizzazione di tutto dalle idee di produzione alla comunicazione. Con questo progetto, con un contributo minimo mensile, gli artisti/band avranno a disposizione tutti i nostri servizi. Il nostro obiettivo è produrre cultura e per farlo dobbiamo avvicinare i musicisti all’attività in maniera pratica e senza fronzoli. Società che offrono servizi in Italia ce ne sono a centinaia ma per noi il musicista è un fratello, non un cliente». Una delle ultime artiste che sta curando Suono Libero Music è Sara Tramma, carismatica cantautrice napoletana, che dopo l’ottimo riscontro del singolo “Sacra e Profana”, torna con “Canzone d’ammore”, un omaggio alla musica folk di cui è stata esponente al fianco di Eugenio Bennato nei Musicanova fino poi ad intraprendere la carriera solista.

 

Sara Tramma
Sara Tramma

 

Il gruppo napoletano dei Musicanova, fu fondato nel 1976 dallo stesso Bennato e da Carlo D’Angio, cantautore polistrumentista venuto a mancare nel 2016, che è l’autore di questo intenso brano rieseguito dalla Tramma con gli arrangiamenti del chitarrista Armando Vollero e la direzione artistica di Nando Misuraca. Questo omaggio, fortemente voluto dalla cantautrice partenopea, viene così spiegato dalla stessa: «Devo molto a Carlo, è stato il mio maestro insieme a Bennato. M’ha insegnato l’importanza del ritmo della voce e, soprattutto, la valenza della musica popolare nei confronti del pop moderno. Senza il folk non esisterebbe nulla di ciò che ascoltiamo ed io questo l’ho imparato da lui». Sara Tramma pubblicherà prossimamente l’album intitolato “Napolievolution”, con l’etichetta Suono Libero Music, e sarà presentato alla XX edizione del “Disco Days” presso il Complesso Palapartenope di Napoli il 12 e 13 maggio 2018.

di Gabriele Arenare

Tratto da Informare n° 181 Maggio 2018

About Gabriele Arenare

Classe '88. Laureato in Informatica (Tecnologie Multimediali), presso il dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Napoli "Parthenope". Diplomato in Fotografia Pubblicitaria, Grafica Pubblicitaria ed Editoriale e Web Design presso l’ILAS (Istituto Superiore di Comunicazione visiva) a Napoli. Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti di Napoli.