Prosegue il programma di Autunno Musicale, rassegna itinerante giunta alla XXIV edizione, dedicando il prossimo fine settimana alla Musica da Camera.

Sabato 27 Ottobre, alle ore 19.30 presso il Museo Campano di Capua ci sarà il concerto del Mettis Quartett, con Kostas Tumosa e Bernardas Petrauskas al violino, Karolis Rudokas alla viola e Rokas Vaitkevičius al violoncello. Il Quartetto ha partecipato a masterclass in tutta Europa, nel 2016 ha ricevuto il Primo Premio al nono Concorso Internazionale Vittorio E. Rimbotti e ha ottenuto il Secondo Premio al Concorso Internazionale per Quartetto d’archi di Bordeaux.

Per Autunno Musicale, il Quartetto eseguirà brani di Mikalojus Konstantinas Čiurlionis, Franz Joseph Haydn e Dmitry Shostakovich.

Il Mettis Quartett, accompagnato da Claudio Mansutti al clarinetto, ritornerà domenica 28 ottobre, alle ore 17.30 sempre al Museo Campano di Capua. Il noto musicista e direttore d’orchestra Claudio Mansutti e il Mettis Quartett dedicheranno un omaggio a Johannes Brahms e a Ludwig van Beethoven.

 Martedì 30 ottobre, alle ore 18, al Museo Archeologico di Calatia a Maddaloni, sarà la volta della Compagnia ad Parnassum con Opéra – Ballet, tratta dal Ballet Royal de Flore, Les Saisons, Les Amours Deguises di Jean Baptiste Lully. Lo spettacolo di danza e musica, di cui la regia è a cura di Maria – Lisa Geyer, ha le musiche dell’Orchestra da Camera di Venezia, con Riccardo Parravicini direttore, Roberto De Gregori coreografo, Ilaria Sainato coreografa danze storiche.

 Autunno Musicale, la rassegna itinerante di concerti di musica da camera e pianoforte Suoni & Luoghi d’Arte, giunta alla sua XXIV edizione, ha la direzione artistica di Antonino Cascio, concertista, direttore d’orchestra e docente del Conservatorio di Napoli.

Il programma e gli Artisti:

 Mikalojus Konstantinas Čiurlionis (1875 – 1911)

Quartetto in do minore

Franz Joseph Haydn (1732 – 1809)

Quartetto in re maggiore op.64 No.5 / l’Allodola

Dmitry Shostakovich (1906 – 1975)

Quartetto n.9 in mi bemolle maggiore op.117

 

Mettis Quartett, composto da: Kostas Tumosa & Bernardas Petrauskas violino; Karolis Rudokas Viola; Rokas Vaitkevičius Violoncello.

Costituito nel 2011 nell’ambito dei corsi tenuti da Augustinas Vasiliauskas’ presso l’Accademia Lituana di Musica e Teatro, prende il nome da un’antica figura mitologica greca, un’oceanide di seconda generazione di titani, moglie di Zeus e madre di Atena, conosciuta per la sua astuzia, la sua saggezza e la sua abilità. Per la loro formazione particolare rilevo assumono le lezioni di Hatto Beyerle del Quartetto Alban Berg, di Johannes Meissl del Quartetto Artis, di Miguel da Silva del Quartetto Ysaye, di Peter Cropper del Lindsay Quartet, del Quartetto di Cremona, di Avedis Koyoumdjian e Alfred Brendel. In qualità di membro dell’European Chamber Music Academy, il Quartetto ha partecipato a masterclass in tutta Europa e ad importanti eventi quali l’International Summer Academy a Reichenau, in Austria, e alla Villecroze Academy of Music, in Francia.

Primo Premio al nono Concorso Internazionale Vittorio E. Rimbotti nel 2016, nello stesso anno ottiene il Secondo Premio al Concorso Internazionale per Quartetto d’archi di Bordeaux.

Ha partecipato ad importanti festival in Portogallo, Polonia, Bulgaria, Lituania, Francia, Paesi Bassi, Austria, Ungheria, Inghilterra, Germania e Cina tra cui quelli di Aix-en-Provence, Porto, Utrecht, Vilnius, Radio France di Montpellier e Festival Haydn di Esterhaza; ha suonato in sale prestigiose, tra cui la Wigmore Hall di Londra, la Laeishalle di Amburgo e la Konzerthaus di Berlino, ed ha registrato un cd con quartetti di Beethoven e Shostakovich.

METTIS QUARTET
Mettis Quartet

Claudio Mansutti

Si è diplomato in clarinetto presso Conservatorio di Udine con il massimo dei voti, si è perfezionato con Primo Borali e Karl Leister ed ha studiato direzione d’orchestra con Ludmil Descev.

Ha vinto vari concorsi nazionali ed internazionali di musica da camera ed ha registrato per la RAI e l’ORF. Fondatore dell’Emnsemble Variabile, del Diapason Ensemble e dell’Orchestra Accademia Ars Musicae di Klagenfurt, ha tenuto concerti in Italia, Austria, Spagna, Yugoslavia, Francia, Repubblica Ceca, Slovenia, Norvegia, Stati Uniti Germania. In qualità di solista, e spesso di direttore, ha collaborato con varie orchestre: Orchestra della Radiotelevisione di Zagabria, Orchestra UECO, Virtuosi di Praga, Solisti di Salisburgo, Vienna Mahler Orchestra, Dolomiti Sinfonia, Budapest Chamber Orchestra, Moravian Philharmonic Orchestra, Zlin Philharmonic Orchestra, Hradec Kralove Philharmonic Orchestra, Radom Chamber Orchestra, FVG Mitteleuropea Orchestra, Solisti di Sofia, Orchestra della Radio Televisione di Lubiana, Ensemble d’Archi dei Berliner -. Nel 2001 gli è stato conferito il premio Moret d’aur quale personaggio culturale friulano dell’anno.

caludioM
Claudio Mansutti

di Alessia Giocondo