Mondragone, spiaggia ricoperta da dischi bianchi in plastica

Mondragone, spiaggia con dischi plastica

Le coste Campane, le isole, il  golfo di Gaeta, il litorale romano avvistamenti anche in Toscana e nel Veneto di migliaia di dischetti in plastica bianchi spiaggiati in questi giorni dopo le mareggiate. A prima vista i filtri tondi comparsi sulle nostre coste, sembravano cialde di caffè, ipotesi poi scartata dagli esperti, che affermano, con molta probabilità che si tratti di dischetti impiegati nei sistemi di trattamento biologico delle acque, ipotesi ancora a vaglio degli studiosi. Si sta lavorando, studiando anche le correnti marine di risalire alla zona di sversamento di questo materiale plastico, appartenente con molta probabilità a un depuratore. Sembra che le coste dove hanno fatto la loro prima comparsa, secondo le testimonianze, sia quelle dell’isola d’Ischia. Al momento resta il fatto che questi misteriosi oggetti non biodegradabili partecipano alla grande partita dell’inquinamento marino e ambientale.

di Emilio Pagliaro