Ministro Costa: “Attivati sommozzatori per monitoraggio acque”

Attivati i sommozzatori per fotografare la situazione delle acque italiane.

Il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa annuncia con un post su Facebook l’importante novità in merito al monitoraggio dello stato delle acque italiane, un’operazione che il Ministro giudica molto importante per il post-virus.

“La Natura sta riprendendo i suoi spazi. Lo stiamo vedendo ovunque, in Italia grazie anche alle decine di video di mari, fiumi e corsi d’acqua incredibilmente puliti. Immagini inedite mi sono arrivate anche da moltissimi di voi, e vi ringrazio. Penso a Venezia, con i suoi canali trasparenti, alle acque tirreniche, al Sarno, uno dei fiumi più inquinati d’Europa, mai così limpido…

Possiamo dire che oggi siamo al punto zero. Una situazione difficilmente replicabile (e speriamo mai più per i tragici motivi di questi giorni). È importante fotografare questa situazione, e per questo, raccogliendo lo stimolo e lo spunto di Marevivo Onlus, ho chiesto un monitoraggio straordinario delle acque a Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia CostieraGuardia di Finanza – insieme per la legalità e Carabinieri, affinché attivino i reparti di sommozzatori che, insieme al lavoro di analisi dei dati da parte di Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale e delle Arpa, possano darci un punto di partenza, anzi, un punto di RI-partenza. Il prima possibile il Paese tornerà a produrre, e siamo tutti consapevoli che occorrerà cambiare il paradigma e produrre diversamente: costruiremo insieme una nuova normalità, sappiamo che è assolutamente necessario.

Questa fotografia sarà il punto di riferimento per i controlli futuri dei mari, dei laghi e fiumi, affinché la Natura e il nostro Paese possano essere sempre più tutelati

Ad Maiora”

Così il Ministro Costa in una nota su Facebook.

Print Friendly, PDF & Email