informareonline-Meta

Meta AI training: cos’è e come opporsi

Katia Prots 13/06/2024
Updated 2024/06/13 at 1:56 AM
3 Minuti per la lettura

Dal 26 giugno, Meta, la compagnia dietro Instagram, Facebook e WhatsApp, utilizzerà dati, post, foto, video e storie degli utenti per allenare la sua intelligenza artificiale: qualche giorno fa, infatti, la compagnia ha mandato un’email ai suoi utenti informandoli di alcuni aggiornamenti all’Informativa sulla privacy, “compresa la modalità di utilizzo delle informazioni per IA di Meta“.

Prima di parlare di questo aggiornamento e come opporsi all’utilizzo dei propri dati per lo sviluppo dell’AI generativa di Meta, capiamo meglio cos’è e come funziona.

Cos’è l’AI generativa e come funziona

Nell’ultimo periodo si è parlato spesso di AI generativa e di quello che riesce a fare: come esempio facciamo quello di Chat GPT e come, con un paio di comandi o domande, riesca a generare in risposta un testo molto simile a quello di un’essere umano, oppure come un generatore di immagini riesca a creare un’immagine molto nitida di quello che gli è stato chiesto. Questi servizi sono spopolati molto, e sempre più compagnie stanno investendo su questo nuovo strumento veloce e conveniente.

L’AI generativa, però, ha bisogno di essere addestrata prima di poter creare qualcosa, perché se non ha dei modelli sui quali basarsi non riesce a creare nulla, un po’ come se noi provassimo a disegnare un qualcosa senza averne mai sentito parlare, e “l’addestramento” di questi strumenti avviene con informazioni provenienti da testi, immagini o dati che circolano sul web.

Come opporsi

La compagnia ha dichiarato di voler utilizzare i dati pubblici degli utenti per alimentare la sua AI generativa, accedendo così a miliardi di contenuti a costo zero.
Questo utilizzo, inoltre, non è qualcosa al quale un utente può acconsentire esplicitamente, visto che è stato comunicato abbastanza “silenziosamente”, e per opporsi bisogna scorrere un po’ tra le impostazioni: per arrivare al modulo da compilare bisogna andare nelle impostazioni, cliccare su privacy e successivamente su “diritto di opposizione“, compilando poi il modulo con le informazioni richieste. Una volta compilato arriverà un email con un codice di conferma, e basterà inserire quel codice nella pagina precedente per confermare l’opposizione, la quale dovrebbe essere approvata senza problemi.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *