informareonline-blitz operazione fire mesagne

Mesagne: con l’operazione “Fire” undici arresti nel narcotraffico

Redazione Informare 31/01/2022
Updated 2022/01/31 at 11:15 PM
3 Minuti per la lettura

Questa mattina, 31 gennaio, a Mesagne ci sono stati undici arresti per reati legati alla droga. Sono stati i carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni e i magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Lecce a condurre l’operazione “Fire”.

Il sindaco, Toni Mattarelli, ha espresso enorme gratitudine, affermando: «Intendo esprimere il mio sostegno al comando dei carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni per l’operazione anticrimine condotta nella notte sul territorio brindisino, che ha dato seguito alle indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Lecce, che ringrazio. Restiamo uniti, istituzioni e cittadini insieme, al fianco degli organi garanti di giustizia e legalità».

Le dichiarazione di Fabio Marini

Anche Fabio Marini, Coordinatore Regionale Fai Antiracket Puglia (Federazione delle Associazioni Antiracket e Antiusura Italiane), ha tenuto a dire la sua: «Esprimo vivo apprezzamento per l’operazione “Fire” che ha visto numerose custodie cautelari per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e armi nella provincia di Brindisi. Risultato che premia la grande professionalità e tenacia profusa dalla Compagnia Carabinieri di San Vito dei Normanni, dal Comando Provinciale dall’Arma dei Carabinieri e dalla Direzione Distrettuale Antimafia ai quali va la gratitudine di tutta la Federazione delle Associazioni Antiracket Antiusura. Per i cittadini e gli operatori economici del nostro territorio questo risultato costituisce un ulteriore segnale di rassicurazione per continuare a denunciare eventuali estorsioni e atti delinquenziali, sapendo di trovare risposte concrete da parte delle autorità competenti».

Aresta e Vizzino commentano l’operazione “Fire”

L’operazione “Fire” è riuscita a portare a casa undici arresti, cinque persone in carcere e sei ai domiciliari, per reati legati al narcotraffico. Tra le altre personalità che hanno rilasciato dichiarazioni c’è Giovanni Luca Aresta, del M5S e deputato pugliese. «Si tratta di un colpo importante inferto dalla giustizia alla ramificata presenza della Sacra Corona Unita nei comuni di Mesagne, Brindisi, Ostuni e San Pietro Vernotico. Uniti tutti insieme per liberare le nostre città dalla malavita e dall’insicurezza. Lotta senza quartiere al crimine organizzato».

«La lotta senza sosta nei confronti di ogni tipo di attività illecita rappresenta, infatti, un baluardo di democrazia e, allo stesso tempo, consente a questo territorio di percorrere serenamente sentieri di crescita economica e sociale. Per questo esprimo la mia gratitudine per il lavoro svolto e per il costante presidio delle nostre città» afferma invece il consigliere regionale Mauro Vizzino, presidente della commissione Sanità della Regione Puglia.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.