Mattonella dell’800 rubata alla Reggia: nei guai un 42enne di Castel Volturno

Redazione Informare 16/04/2023
Updated 2023/04/16 at 10:41 AM
2 Minuti per la lettura

La Reggia di Caserta è un patrimonio unico al mondo ed è visitata da tanti turisti di tutto il mondo. In questo caso abbiamo da raccontarvi un episodio, chiamalo così, molto curioso ha suscitato anche un po’ di ironia. Un cittadino di Castel Volturno, evidentemente rapito dalle bellezze della Reggia, ha deciso di “portarsi a casa” un souvenir di questa esperienza tra le stanze della Reggia di Caserta.

Un “souvenir” davvero speciale

L’uomo ha prelevato una piastrella dal pavimento di una sala ottocentesca della Reggia di Caserta impossessandosi di un pezzo unico del Palazzo Vanvitelliano. Grazie alle telecamere di sorveglianza interne che hanno ripresa la scena, un 42enne di Castel Volturno è stato riconosciuto e denunciato dai carabinieri.

Il furto risale al 16 marzo scorso. Il ladro è entrato come visitatore del Palazzo Reale. Appena ha varcato la porta della Sala delle Battaglie, ha calpestato una mattonella non saldamente ancorata al pavimento ottocentesco. Chissà perchè, l’uomo si è abbassato e ha prelevato il “souvenir” nascondendolo in una busta gialla, per poi proseguire la visita indisturbato.

Telecamere incastrano “l’uomo della mattonella”

Alla chiusura del museo, il personale del servizio di vigilanza durante il giro di controllo, si è accorto del furto e ha avvisato la direttrice Tiziana Maffei che ha allarmato subito i carabinieri di Caserta. I militari hanno così effettuato i rilievi e acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza. Attraverso la visione del video, i militari sono riusciti a risalire all’identikit dell’autore del furto.

Il ladro è stato rintracciato e bloccato: ora dovrà rispondere del reato di furto di beni culturali. Durante una perquisizione domiciliare è stata trovata la piastrella che aveva conservato all’interno di una busta in plastica. La mattonella è stata poi ricollocata nella meravigliosa sala ottocentesca della Reggia di Caserta.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *