mediterranea saving humans

Maschio Angioino: via al Festival di Mediterranea Saving Humans

Cristina Siciliano 30/08/2022
Updated 2022/08/30 at 5:19 PM
3 Minuti per la lettura

Dal 1 al 4 settembre al Maschio Angioino si terrà il Festival di Mediterranea Saving Humans, la kermesse dell’associazione italiana impegnata nel salvataggio dei migranti nel mar Mediterraneo e nell’assistenza ai profughi di guerra in Ucraina. Molti saranno gli ospiti, dai religiosi ai rappresentanti delle Ong, ma anche docenti universitari, giornalisti e attivisti da tutta Europa.

A Napoli il Festival di Mediterranea Saving Humans

Il 3 settembre ci sarà anche una manifestazione con flash mob in Piazza del Plebiscito contro il rinnovo degli accordi tra il nostro paese ed i libici. Inoltre, ci saranno testimonianze dirette di chi ha subito le torture nei lager per migranti installati in Libia dai signori della guerra locali.

Tra gli ospiti: Simonetta Gola di Emergency, l’arcivescovo di Napoli don Mimmo Battaglia, l’ex Sindaco di Riace Mimmo Lucano, Alex Zanotelli, il Sindaco di Bologna Matteo Lepore, il senatore Sandro Ruotolo, ma anche tanti ospiti internazionali.

Il programma 

Giovedì 1 settembre si celebrerà il ricordo della figura di Gino Strada, e ci sarà come ospite la sua compagna di vita Simonetta Gola (Emergency), che discuterà della figura del fondatore di Emergency a partire dall’ultimo libro pubblicato da Gino Strada prima della sua morte, “Una persona alla volta” insieme a Luca Casarini e Adriano Biondi. Nella stessa giornata ci sarà una tavola rotonda sulle missioni umanitarie di Mediterranea Saving Humans sui confini di terra (Ucraina) e di mare (Mediterraneo).

Il 2 settembre inizieranno I workshop che si terranno nelle antisale dei baroni del Maschio Angioino a cui parteciperanno attivisti, giornalisti e docenti universitari. Nel pomeriggio ci sarà il dibattito sugli accordi Italia – Libia e sulle vergognose politiche di immigrazione del nostro paese. Inoltre, alle 18:30 interverranno David Yambio, portavoce di Refugees in Libya e ricercato dalla mafia libica, attualmente rifugiato in Italia, le giornaliste Rai Angela Caponetto e Claudia Di Pasquale.

Sabato 3 settembre la giornata inizierà con l’incontro di tutte le ONG impegnate nel Mar Mediterraneo che si ritroveranno a Napoli per discutere della “Civil Fleet” la flotta civile di navi e imbarcazioni della società civile internazionale impegnate nella ricerca e soccorso in mare. Seguirà la presentazione del libro di Alex Zanotelli, “Lettera alla tribù bianca” alle ore 12:00 prima della manifestazione di piazza che partirà alle ore 16 proprio dal Maschio Angioino fino a Piazza Plebiscito contro gli accordi Italia – Libia e che vedrà l’adesione delle realtà antirazziste.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.