Marcianise, operazione coordinata dei Carabinieri: numerosi arresti

Nella mattinata odierna, nelle province di Caserta, Napoli, Taranto, L’Aquila, Siena e Vicenza, i militari del N.O.R. – Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Marcianise con il supporto di altri reparti dell’Arma, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misure cautelari in carcere ed agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di trentotto persone, delle quali 31 in carcere e 7 agli arresti domiciliari, in relazione a reati di “associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti” e “cessione in concorso di sostanze stupefacenti”.

I provvedimenti scaturiscono da una più ampia attività investigativa svolta, dal mese di settembre 2017 al mese di luglio 2018, dai Carabinieri del N.O.R. – Sezione Operativa – della Compagnia Carabinieri di Marcianise in collaborazione con i colleghi della Stazione Carabinieri di Orta di Atella con il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, sviluppata attraverso attività tecniche, intercettazioni telefoniche ed ambientali, servizi di osservazione controllo e pedinamento, sequestri di “riscontro”, che hanno permesso di individuare e documentare le condotte di un gruppo criminale i cui componenti, destinatari dei provvedimenti cautelari, associandosi tra loro, gestivano una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti nei territori dei comuni casertani di Marcianise, Orta di Atella, Gricignano di Aversa, Sant’Arpino, Succivo e Cesa.

L’attività investigativa, ha consentito di individuare i componenti del sodalizio criminale, operante nell’area marcianisana ed atellana dedita al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana; di documentare numerosi episodi di cessione di sostanze stupefacente nelle medesime aree oggettivamente riscontrati attraverso 12 arresti in flagranza e 11 denunce in stato di libertà; di sequestrare, nel corso dell’attività d’indagine ingente quantitativo di sostanze stupefacenti per un totale rispettivamente di kg. 1,6 del tipo “cocaina”, gr. 250 del tipo “marijuana” e gr. 540 del tipo “hashish”; infine di accertare l’ingente giro di affari del gruppo, quantificabile in circa 400.000,00 (quattrocentomila) euro, quale provento della illecita attività di spaccio nel periodo oggetto di indagine.

Print Friendly, PDF & Email