Marcianise, in Piazza Umberto I arriva ”Palacomieco”

Palacomieco a Marcianise (CE)

Vi siete mai chiesti come nascono carta e cartone? E come arrivano al riciclo? Scendiamo in Piazza per scoprirlo!

PALACOMIECO è un viaggio nel mondo del riciclo che giunge alla sua terza tappa primaverile facendo sosta in Piazza Umberto I, a Marcianise, dal 5 all’8 Aprile 2018.
Tante saranno le risposte al Palacomieco in un tour guidato da un personale qualificato che accompagna gli ospiti in una struttura divisa in tre padiglioni tra i quali è possibile ripercorrere il riciclaggio di carta e cartone attraverso video formativi e giochi interattivi.
La struttura itinerante è un’iniziativa di Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo di imballaggi a base cellulosica) che nasce nel 1997,senza scopo di lucro, al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi nazionali di recupero e riciclo degli imballaggi in carta e cartone fissati dalle normative europee di settore.

 

 

Questa mattina, durante l’inaugurazione, è stata accolta una rappresentanza di alcune scuole del territorio e gli alunni sono stati invitati a sedere su sedie interamente costruite con carta. E’ stato proprio l’invito delle scolaresche ad essere stato tanto a cuore al sindaco di Marcianise, Antonello Velardi. Il primo cittadino ha precisato l’importanza dei giovani e della formazione scolastica al fine di ottenere personalità sensibili e predisposte alla cura dell’ambiente e del territorio. ‘’Quando è scoppiata l’emergenza rifiuti ci siamo trovati dei cittadini compresi in una fascia di età tra i 20 e gli 80 anni. – spiega il sindaco- I più anziani non sapevano neppure di cosa stessimo parlando nonostante fossero loro, cresciuti con una cultura contadina, a interrare i rifiuti sotto terra. Ora qualcosa sta cambiando.’’

L’ingresso è libero da giovedì a sabato dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle ore 15,00 alle 20,00.
Domenica 8 Aprile dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 14,00 alle ore 19,00.

Palacomieco nasce per l’amore del territorio, sempre più trascurato e abbandonato. Basta poco per riciclare, tu sei pronto?

di Giovanna Cirillo