Maradona sta bene: operazione riuscita, sospiro di sollievo per Diego

informareonline-maradona

“Diego sta bene”, a pronunciare le parole che tutti stavano con ansia aspettando è il suo portavoce Sebastian Sanchi. Tutto è andato come previsto, oggi l’eterno numero 10 argentino riposta nella sua stanza dopo esser stato sottoposto a una operazione d’urgenza per rimuovere un coagulo alla testa dovuto a un forte trauma.

TUTTO BENE

Un intervento delicato al cervello necessario per rimuovere un coagulo, si è concluso con successo. Maradona è stato operato dal suo medico di fiducia Leopoldo Luque che uscito dalla sala operatoria e interrogato dai media ha dichiarato: “Siamo riusciti a rimuovere il coagulo di sangue. Diego ha affrontato bene l’operazione. È sotto controllo. C’è un po’ di drenaggio. Rimarrà sotto osservazione”. Inizialmente Maradona era stato ricoverato per quella che sembrava una forma di anemia, con un persistente stato di ansia e depressione. Poi invece è emersa la necessità di andare sotto i ferri. Il “Pibe de oro” è stato dunque trasferito nella clinica Olivos di Buenos Aires e l’ingresso dell’ambulanza è stato accompagnato da un corteo di mezzi delle forze dell’ordine e di tifosi, alcuni con fumogeni e striscioni, per mostrare vicinanza e affetto e per incoraggiare il campione in questa sfida difficile.

informareonline-diego-maradona

I DETTAGLI

Altre informazioni sono arrivate nel corso della vicenda da Stefano Ceci, amico e manager di Maradona, che ha parlato a Kiss Kiss Napoli: “Sarà operato, gli è stato trovato dopo una Tac un ematoma al cervello dovuto a un trauma. Avrà sbattuto la testa e non se ne sarà reso conto, capita dopo le pillole che prende per la mancanza del sonno. Erano diversi giorni che era abbattuto, è molto giù a livello psicologico e a questo si è aggiunta anche l’anemia. Il suo corpo negli anni è stato molto provato dalla vita sregolata che ha condotto e anche la pandemia a livello psicologico non l’ha aiutato. È stato rinchiuso da mesi solo con la cuoca e un aiutante, non incontra neanche i familiari da inizio pandemia”.

IL PROBLEMA

Le condizioni o meglio il quadro clinico di Maradona è andato peggiorando nell’ultima settimana, esplodendo poi proprio in vista del suo 60° compleanno. Il suo problema è rappresentato da un ematoma subdurale che si presenta con un coagulo di sangue che fuoriesce dalle vene e mette sotto pressione il cervello. Può ferire o lacerare il tessuto cerebrale vicino. In altri casi meno gravi, la quantità di sangue non è abbastanza significativa e si ha una prognosi migliore. Diego durante i festeggiamenti per il compleanno era apparso in pubblico nei pochi minuti in cui ha potuto essere presente sul campo del Gimnasia per il debutto della sua squadra in Coppa,  subito dopo ha iniziato ad accusare malessere fisico. Oggi sembrerebbe rientrato l’allarme, Maradona riposa e va verso la riabilitazione.

di Pasquale Di Sauro

Print Friendly, PDF & Email