Lutto nel giornalismo sportivo: è morto Mario Sconcerti

Gennaro Alvino 18/12/2022
Updated 2022/12/18 at 2:39 PM
3 Minuti per la lettura

È morto, all’età di 74 anni, il noto giornalista sportivo Mario Sconcerti. L’editorialista de “Il Corriere della Sera” nonché opinionista per Sky Sport e RAI, si è spento improvvisamente a Roma nella giornata di ieri. Ad annunciarne la morte ci ha pensato lo stesso giornale attraverso il proprio portale online chiarendo che il giornalista già da alcuni giorni si trovava ricoverato presso l’ospedale Tor Vergata per alcuni esami di routine. «Fino a venerdì ha continuato a dare il suo contributo di idee al nostro giornale, di cui era una delle firme più prestigiose» chiude il giornale ringraziando l’importante apporto di Mario.

Chi era Mario Sconcerti

Nato a Firenze nel 1948 entra subito nell’ambiente sportivo grazie a papà Adriano, famoso procuratore nel mondo del pugilato. Mario inizia allora molto giovane a scrivere per il “Corriere dello Sport” a Firenze, per poi trasferirsi nella sede a Milano ed infine a Roma dove si occupa principalmente di ciclismo.

Nel 1978 passa però al “Repubblica” dove si occupa dello sviluppo delle pagine sportive del giornale trovando enorme successo tanto da ricevere la chiamata dalla “Gazzetta dello Sport” per il ruolo di vicedirettore nel 1987. La carriera di Mario Sconcerti non termina però qui e, dopo una breve ma importante parentesi presso il Secolo XIX di Genova, torna finalmente a calcare i passi che hanno visto il suo esordio nella carriera da giornalista: nel 1995 diventa direttore del “Corriere dello Sport”.

Il grande successo nel giornalismo gli apre di certo tante porte e diventa così direttore sportivo della Fiorentina, sua squadra del cuore. Nel 2001 diventa infatti direttore generale della “Cecchi Gori Group”, società proprietaria del club viola. La sua carriera dirigenziale termina però anzitempo a causa di alcuni scontri con il presidente Vittorio Cecchi Gori. A Firenze lascia tuttavia il suo cuore e proprio nella giornata di ieri la società gigliata ricorda la scomparsa del caro giornalista attraverso un tweet. «Tutta la Fiorentina si unisce al dolore per la scomparsa di Mario Sconcerti, una delle figure più importanti del giornalismo sportivo italiano e grande tifoso e appassionato di Fiorentina. Il club esprime le più sincere condoglianze alla Famiglia e a tutte le persone a lui vicine».

Cause della morte

Non sono ancora chiare le cause che hanno portato alla morte del giornalista. A dare però maggiori dettagli circa la tragica morte del giornalista ci pensa la moglie di Mario. Sconcerti era infatti ricoverato in ospedale da una decina di giorni in condizioni per nulla gravi ed aveva, anzi, rassicurato i familiari promettendo di tornare a casa entro Natale. Improvvisamente, nella giornata di ieri, un malore ha travolto il giornalista che si è spento nel giro di poche ore nonostante il repentino intervento dei medici.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *