funerali benedetto xvi

L’ultimo saluto a Benedetto XVI, oggi i funerali

Giovanni Cosenza 05/01/2023
Updated 2023/01/04 at 11:24 PM
6 Minuti per la lettura

Si svolgeranno alle 9:30 sul sagrato della Basilica di San Pietro in Vaticano i funerali del pontefice emerito Benedetto XVI, morto il 31 dicembre all’età di 95 anni. Le esequie, comunica la sala stampa della Santa Sede, saranno presieduti da Papa Francesco anche se il pontefice regnante terrà solo l’omelia e il commiato finale. La guida della celebrazione sarà affidata al decano del collegio il cardinale Giovanni Battista Re.

Fedeli e autorità presenti

Numerosi i fedeli giunti da tutto il mondo per fare visita alla salma di papa Ratzinger: la Gendarmeria vaticana parla di circa 200mila visitatori fino a ieri sera. Quello che doveva essere un funerale “diverso” a motivo della situazione particolare – è la prima volta che si celebrano i funerali di un ponterice emerito – sta diventando a tutti gli effetti un rito solenne, come quello di un papa in carica, nonostante la richiesta di Joseph Ratzinger di funerali solenni ma semplici.

Al rito prenderanno parte ufficialmente le delegazioni italiana e tedesca: ci sarà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la premier Giorgia Meloni mentre da Berlino arriverà il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier e il premier Olaf Scholz. Ma tanti capi di stato hanno comunicato che saranno presenti al rito religioso: ci sarà la regina madre di Spagna Sofia con il ministro Felix Bolaños, ci saranno i reali del Belgio Filippo e Mathilde, il presidente di Polonia Andrzej Duda e del Portogallo Marcelo Nuno Duarte Rebelo de Sousa, le presidenti di Ungheria Katalin Novak e della Slovenia Nataša Pirc Musar, il ministro presidente di Baviera Markus Söder, mentre la Francia verrà rappresentata dal ministro dell’Interno Gérald Darmanin.

Ad unirsi in preghiera per papa Benedetto ci sarà il collegio cardinalizio pressoché al completo: il governo di Hong Kong ha dato il via libera all’anziano cardinale Joseph Zen per venire a Roma e partecipare ai funerali del pontefice che nel 2006 gli impose la porpora. Ed insieme ai cardinali concelebreranno 400 vescovi e 4mila sacerdoti di tutto il mondo. E si attendono anche decine di migliaia di fedeli che riempiranno piazza San Pietro.

In cosa differiscono i funerali di Benedetto?

Mai nella storia si sono celebrati i funerali di un pontefice emerito, tranne un caso simile, quando nel 1802 Pio VII officiò le esequie del suo predecessore, morto tre anni prima in esilio a Valence, prigioniero di Napoleone. Ma la situazione era sostanzialmente diversa. La liturgia esequiale di oggi, così come comunicato dalla Santa Sede, che ha reso disponibile il libretto per seguire la celebrazione, sarà sostanzialmente quella riservata al papa in carica e mancano solo alcuni elementi.

La salma di Benedetto XVI è stata vestita con la casula di color porpora, come è consuetudine per il papa defunto, e con la mitria, il copricapo a forma di cuspide. Manca però il bastone pastorale e il pallio, che esprimono la giurisdizione del vescovo di Roma sulla sua diocesi. Ogni vescovo emerito, e papa Benedetto era il vescovo emerito di Roma, pur conservando il carattere sacramentale – è sempre un vescovo – perde la potestà di governo. E non c’è nemmeno l’anello del pescatore, che viene immediatamente distrutto dopo la morte del papa. Per Benedetto XVI era stato distrutto il 28 febbraio, giorno ultimo del suo ministero pontificio.

Ed è mancata anche la solenne traslazione della salma del papa dall’appartamento pontificio alla Basilica attraverso la scala Regia. La salma di Benedetto XVI è stata traslata in maniera semplice nelle prime ore del mattino del 2 gennaio, accompagnata dalla famiglia pontificia – le Memores Domini che vivevano con lui – capeggiata dal fido segretario mons. Georg Gänswein. La liturgia esequiale sarà quella riservata ad un pontefice regnante.

La traslazione della salma di papa Benedetto XVI

Mancheranno solo le suppliche finali della Diocesi di Roma e delle Chiese Orientali, specifiche per un papa regnante, e anche le letture, in spagnolo e inglese, saranno diverse. Il corpo del papa defunto, sepolto nella tomba che fu di Giovanni Paolo II, sarà contenuto in una bara di cipresso, che verrà chiusa con un rito particolare, e che contiene le monete e le medaglie coniate durante il pontificato, i pallii e il rogito, un testo scritto che descrive in breve il pontificato.

Dove seguire la celebrazione

La sala stampa della Santa Sede ha comunicato che i giornalisti accreditati per la celebrazione sono circa mille, provenienti da più di trenta nazioni, in prevalenza Europa e America, ma ci sono anche giornalisti asiatici ed africani. La diretta della celebrazione sarà trasmessa in Italia dalla maggior parte delle reti televisive e sarà possibile seguirla in streaming sul canale ufficiale Vatican Media a partire dalle 8:50.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *