Informareonline-de-magistris-napoli

Una flotta di navi per soccorrere i migranti in mare. Lo ha annunciato il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, che si trova sull’isola di Lampedusa in visita. Una dichiarazione che segue la manifestazione organizzata dallo stesso primo cittadino partenopeo lo scorso 29 giugno, quando dal Molosiglio di Napoli erano partite diverse imbarcazioni per portare solidarietà ai migranti stessi ed a Carola Rackete, la capitana della Sea Watch che era stata arrestata poche ore prima proprio sull’isola siciliana.

Luigi De Magistris: il porto di Napoli è aperto, l’ho detto a suo tempo e lo ripeto ora”.

Luigi De Magistris ha sottolineato quest’oggi proprio a Lampedusa, dove si trova in visita, che il porto di Napoli è aperto, l’ho detto a suo tempo e lo ripeto ora”. Ed è tornato, quindi sull’allestimento di una piccola flotta, velieri, gommoni, barche perché siamo disposti ad andare a soccorrere” i migranti in mare. Sulla vicenda Sea Watch, invece, il primo cittadino partenopeo ha spiegato che “chi salva vite come Carola viene arrestata, mentre chi tiene in ostaggio persone in barca non ha conseguenze”: un chiaro riferimento al ministro degli Interni Matteo Salvini, seppur mai menzionato direttamente.

In questo paese si ribaltano la verità e la realtà, ha aggiunto ancora De Magistris, che poi annuncia: “Ci sarà un processo contro i responsabili dei crimini contro l’umanità e le ong sono i testimoni, hanno le registrazioni”. E non teme ripercussioni nei suoi confronti per la decisione di allestire una flotta per salvare i migranti: Da magistrato a sindaco, ci sono 120 procedimenti a mio carico. Non perché sono un mariolo, ma perché facevo la caccia ai marioli”, ha concluso quindi il primo cittadino partenopeo a Lampedusa.

Stoccata della Lega: “Speriamo che si imbarchi lui e liberi Napoli”

Dura replica della Lega all’annuncio di Luigi De Magistris. Simona Sapignoli, avvocato e coordinatrice cittadina della Lega a Napoli, ha spiegato infatti in una nota ufficiale che “siamo lieti della notizia, e speriamo che la stessa si concretizzi a patto che De Magistris si imbarchi in maniera permanente una volta e per tutte, così da liberare Napoli ed i napoletani dalla sua incompetente e disastrosa figura”. Una replica sarcastica ma molto dura quella del partito di Matteo Salvini, che proprio qualche giorno fa ha visto alcuni cambiamenti al vertice della gestione regionale in Campania.

“Apprendiamo, senza alcuna sorpresa, dai quotidiani che il Sindaco di Napoli, come da lui stesso dichiarato, sta preparando una propria flotta ONG per recuperare i migranti nel Mediterraneo”, ha spiegato ancora Sapignoli, “la città è in uno stato di caos, disorganizzazione amministrativa e di inefficienza in termini di servizi senza precedenti ed il Sindaco pensa ad andare a recuperare i migranti per portarli a Napoli, aggiungendo disperazione sociale e povertà in una città piena zeppa già di zone ghetto, ormai fuori controllo come il Vasto”.

La Sapignoli ha poi chiuso la nota con un altra dura stoccata al sindaco De Magistris, aggiungendo che “forse la flotta, dietro apparenti motivi umanitari, ha uno scopo ben preciso: dare un po’ di “ossigeno” alle tante cooperative sociali ed associazioni che orbitano nel mondo arancione”.

Print Friendly, PDF & Email