informareonline-luca-una-storia-italiana-secondo-pixar

“Luca”: una storia italiana secondo Pixar

Giuseppe Spada 22/06/2021
Updated 2021/06/22 at 10:13 AM
3 Minuti per la lettura

Mies Van Der Rohe diceva: “Dio è nei dettagli“, e sono proprio questi ultimi a rendere “Luca” un gran bel film d’animazione. Per la regia di Enrico Casarosa, “Luca“, è l’ennesima conferma che Pixar sa fare il suo mestiere.

La pellicola dimostra un amore viscerale per l’Italia, per una determinata Italia: quella classica. Il film si svolge a Portorosso, Vernazza nella realtà. La storia parla di un piccolo tritone (Luca appunto) che, spinto dalla curiosità, arriva in superficie dove scopre di poter diventare umano. Qui farà i conti con la paura del diverso degli umani e troverà anche due nuovi amici: Alberto (anch’egli un tritone) e Giulia. Questi ultimi si dimostrano due comprimari squisitamente caratterizzati e mai banali nella scrittura. Ritornando al discorso dei dettagli, questi nel Film gridano a gran voce “Italia”. Partiamo dalla colonna sonora, mai invadente e soprattutto stupenda. Essa riprende molti dei successi musicali degli anni ’60/’70 tra cui: “Fatti mandare dalla mamma“, “Città vuota” e “Il Gatto e la Volpe“. E, attenzione, questo non sarà l’unico riferimento alla favola di Collodi. Inoltre fanno sorridere perfette rappresentazioni delle carte napoletane, una foto in bella vista di Marcello Mastroianni che i protagonisti utilizzano a mo’ di santino e tante citazioni al cinema italiano e ambientato in Italia tra cui “Vacanze Romane” e “La Strada“. Inoltre, “Luca”, è un film che gode di un grande pregio: la verosimiglianza storica. Nella pellicola non troverete alcuna mentalità odierna o progressista, anzi, tutti si comporteranno come gli abitanti di un borgo marinaro italiano durante gli anni ’60, favorendo persino il lavoro minorile a scapito dell’istruzione. Dal punto di vista tecnico, poi, non si può che fare un plauso a Disney e Pixar che ci regalano veri e propri quadri e non scene. Ricche di dettagli e piene di colori le inquadrature stupiscono e incantano chiunque le guardi. L’unica pecca, ahimè, è da cercare nella trama, vittima di una morale e di un intreccio forse un po’ troppo banali.

“Luca” è disponibile esclusivamente su Disney+. La piattaforma streaming ha dunque compiuto un’altra grande manovra per allargare il suo già ampio bacino d’utenza.

di Giuseppe Spada

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *