Louis Vuitton: quando madre natura è l’accessorio migliore

16
informareonline-Louis-Vuitton-quando-madre-natura-è-accessorio-migliore

Virgil Ablow, direttore creativo di Louis Vuitton, ha sempre amato sfilare a contatto con la natura: non è un caso la scelta di Place Dauphine, luogo di passaggio tra Pont Neuf e l’atelier della griffe, come location della sfilata per la presentazione della collezione  Louis Vuitton primavera/estate 2020. 

informareonline-Louis-Vuitton-quando-madre-natura-è-accessorio-migliore-5

Forme morbide ed oversize contestualizzate in una giornata di sole estiva “en plane air”, borse dal design innovativo, geometrico ed architettonico e soprattutto fiori che pullulano sui capi mediante ricami e/o applicazioni 3D: Abloh ricostruisce una dimensione poetica, naif e leggera che infonde un senso di rilassatezza primaverile e vacanziera. 

Una sfilata uomo ideata come ode all’idea tipica della felicità infantile: i fiori, fiori veri piegati su vari strati, inseriti in cappelli e borse, oltre che motivi floreali ricamati e lavorati all’uncinetto sono stati interpretati da Abloh come metafora naturale della diversità e della bellezza. 

informareonline-Louis-Vuitton-quando-madre-natura-è-accessorio-migliore-2

La palette di colori della collezione prende ispirazione dalla natura: giallo gelsomino, verde salvia, verde muschio, blu, lilla, rosa peonia… 

Al mondo vegetale sono ispirati anche i cappelli con visiera, guanti, stivali e tanti altri accessori. 

informareonline-Louis-Vuitton-quando-madre-natura-è-accessorio-migliore-1

Pertanto, lo stilista Virgil Abloh ha celebrato con la sua collezione primavera/estate 2020 la natura, l’istintività e la quotidianità: i fiori, fondamentali nella moda, assumono un significato e un fascino singolare. 

Variegati, liberi nel movimento e nella metamorfosi i fiori alludono alla metafora della diversità naturale. 

Madre natura, non solo diviene l’accessorio migliore, ma attraverso Virgil Abloh l’influenza floreale rimanda al concetto di fanciullezza, attraverso la scoperta di una moda libera dai codici formali, dalle norme sociali dalle convenzioni di genere e stereotipi. 

In un’era digitale in cui tutto appare fluido, impalpabile e analitico, “fermarsi ad annusare delle rose decodifica la mente e crea nuovi spazi per la libertà di pensiero”. 

informareonline-Louis-Vuitton-quando-madre-natura-è-accessorio-migliore-4

di Nunzia Gargiulo

Print Friendly, PDF & Email