Lorenzo Insigne segna il 2-1 e il Napoli agguanta il quinto posto

informareonline-loreno-insigne

La chiude Lorenzo Insigne la partita tra Napoli e Roma. Una perla del capitano azzurro, il suo marchio di fabbrica, un destro a giro imprendibile per Pau Lopez

Potremmo dire sontuosa la partita dello scugnizzo napoletano Lorenzo Insigne, coronata da quel tiro che tante volte lo ha tradito ma altrettante lo ha esaltato.  Imprendibile per il portiere giallorosso Pau Lopez che ha provato ad allungarsi ma invano, il gol di Lorenzo chiude di fatto il match.

Esaltiamo il gesto tecnico che da solo prende la ribalta, ma non si può non parlare della buona prestazione corale della squadra che ha mantenuto la calma anche sul temporaneo pareggio della Roma. Si è ripresa dopo la sconfitta a Bergamo contro l’Atalanta riprendendo la scia positiva là dove era rimasta. Del resto la partita di Bergamo è stata equilibrata fino ai due svarioni alla ripresa che hanno permesso la vittoria nerazzurra, contro una squadra che da anni sta lavorando ad un progetto e che si è rivelata un difficile ostacolo per tutte le avversarie.

Si percepisce una sorta di rabbiosa serenità nel gioco del Napoli, una costante spinta ragionata

Lo spirito guerriero di Rino Gattuso ha pervaso e rassicurato dei giocatori allo sbando. La sua rifondazione è partita dalle basi e finalmente se ne vedono i frutti. Meno virtuosismi, un gioco concreto a cercare il risultato, una partita a tratti anche divertente ma di sicuro combattuta senza esclusioni di colpi.

Bravi tutti ma menzione speciale al Cavaliere triste, Josè Maria Callejon che stasera ha sbloccato il risultato portando il Napoli in vantaggio. Imprescindibile nel gioco di tutti gli allenatori che si sono avvicendati da quando veste la maglia azzurra, a breve potrebbe lasciare Napoli. Ormai scaduto il suo contratto, nessuna offerta concreta per lui e data la propensione del Presidente per i giovani si ipotizza un suo addio a fine stagione. Li giocherà praticamente gratis questi due mesi che restano, perchè ci teneva a dare il suo contributo anche all’avventura in Champions che il Napoli deve portare a termine. Tutti i suoi compagni stanno spendendo parole di stima e speranza che si trovi un accordo per fargli terminare la carriera a Napoli, come del resto è accaduto a Dries Mertens.

Sarebbe davvero difficile abituarsi alla sua assenza, come immaginare di non vederlo più sbucare all’improvviso alle spalle dei difensori avversari

E’ un Napoli nuovo che si prepara al futuro e vorrebbe scrivere la storia. Gattuso nel dopo partita ha ribadito che tanti di loro ci saranno il prossimo anno e bisogna prepararsi a combattere. Lo stesso Mertens ha precisato che è rimasto per il suo amore verso la città ma anche perchè vuole vincere nuovi trofei e far felici i tifosi.

Un passo alla volta, adesso terminiamo il campionato e poi affrontiamo la Champions. Il limite da porsi dovrà essere un orizzonte irraggiungibile.

di Alessandra Criscuolo

 

Print Friendly, PDF & Email