Nel giro di poche settimane, piccolo giro di valzer e cambiano alcune posizioni di comando

 

A partire da Mondragone, tanto per cominciare, il giovanissimo tenente, a brevissimo capitano Luca Gino Iannotti, dopo il Nucleo Operativo di Firenze ed il Comando di San Pietro in Roma, prende il posto recentemente lasciato dal Cap. Lorenzo Chiaretti al comando della Compagnia di Mondragone da cui dipendono le due stazioni di Castel Volturno.

Quasi contestualmente, altri passaggi di testimone nelle vicine stazioni di Castel Volturno Centro e Pinetamare, dove il cambio c’è ma non troppo. Dopo il Nucleo Anti Sofisticazioni di Napoli giunge a Castel Volturno il M.llo Capo Salvatore Nardella che transita a Pinetamare, recentemente lasciata dal collega Luigi Passero. Nel frattempo, il suo Vice, M.llo Stanislao Di Biasio, già operativo nella linea investigativa dell’Arma, copre a pieno regime il comando della fin troppo dinamica stazione di Castel Volturno.  Tre giovani militari, egregie competenze e tanta energia da spendere sul difficile territorio domizio, forti della continuità operativa di questi ultimi quanto della conoscenza di un contesto molto variegato, ove ė sempre più necessario agire non solo per reprimere quanto per contrastare ogni forma di criminalità e, se possibile, educare i cittadini al rispetto delle regole.

A tutti loro, Carabinieri a cui la nostra comunità si affida fiduciosa, l’augurio che possano sempre tenere alto l’onore dell’Arma, ponendosi quale porto sicuro e per trovare l’aiuto che necessita per affrontare le molteplici e diversificate problematiche del territorio.

di Annamaria La Penna

Tratto da Informare n° 175 Novembre 2017