L’Italia s’è desta: azzurri e azzurrini vincono e convincono

Informareonline-Azzurri

Domenica di festa per il calcio italiano. Nella giornata di ieri gli azzurri hanno battuto la Polonia, mettendo un piede nella final four di Nations League, mentre gli azzurrini dell’ Italia Under 21, hanno spazzato via il Lussemburgo staccando così il pass per Euro 2021.

Italia – Polonia 2-0

L’Italia vince e convince contro la Polonia, risultato finale di 2-0 per gli azzurri e qualificazione alla final four di Nations League sempre più vicina. A Reggio Emilia, la Nazionale archivia la pratica battendo gli avversari con un gol per tempo: prima Jorginho su rigore, poi Berardi nei minuti finali di gara. Una prova superata con successo per gli uomini di Mancini. L’Italia gioca, diverte e si diverte, e dopo il successo di ieri, è in condizione di essere padrona del proprio destino, mercoledì infatti contro la Bosnia potrebbe bastare anche un solo punto per staccare il biglietto che porta dritto alle final four di Nations League, in programma tra il 6 e il 10 ottobre 2021.

Forza nuove

La “nuova” nazionale è in grande forma, mette in mostra i muscoli con un gioco fluido, sicuro ed entusiasmante. A portare aria nuova a Coverciano sono sicuramente i tanti giovani esordienti capaci di mettersi in mostra in tutte le occasioni concesse loro dagli addetti ai lavori, primo su tutti il CT Roberto Mancini che con coraggio, coerenza ma soprattutto competenza ha saputo metter su una squadra con una nuova identità calcistica, di qualità e di forza, grandi meriti e tante responsabilità per il tecnico, infatti è diventato complicato lasciare qualcuno a casa durante le convocazioni per le partite ma la facoltà di poter scegliere rappresenta sicuramente un pregio per il calcio italiano.

La partita
Sicurezza Donnarumma tra i pali, difesa attenta e disciplinata guidata da giocatori nel pieno della loro maturità sportiva come Acerbi e Florenzi, centrocampo di sostanza e qualità con Locatelli e Barella in stato di grazia, davanti tutta la fantasia di Insigne e Bernardeschi a supporto di Belotti. Il capitano del Napoli, con la maglia numero 10 azzurra è particolarmente ispirato, trova anche il gol, dopo 20 minuti, ma l’arbitro Turpin annulla per fuorigioco attivo di Belotti. L’appuntamento è soltanto rimandato: passano sette minuti e questa volta il direttore di gara fa felici gli azzurri assegnando un calcio di rigore per trattenuta di Krychowiak su Belotti. Jorginho va dal dischetto e non sbaglia. Il vantaggio è meritato, l’Italia gioca meglio degli avversari, macina gioco e crea diverse situazioni interessanti, non rischia mai, anche contro un attacco guidato dal temibile Lewandowski, reso quasi inoffensivo però dai difensori azzurri. I polacchi in seria difficoltà restano anche in dieci uomini. Espulso infatti Goralski per doppia ammonizione e così sopra di un goal e di un uomo gli uomini di Mancini trovano il sigillo finale siglando la rete del raddoppio con Berardi entrato in campo da pochi minuti.
Under 21
Con il poker rifilato al Lussemburgo, l’Italia Under 21 blinda il primo posto nel girone e si qualifica all’ Europeo. Il risultato di 4-0 netto porta le firme di Scamacca, Pinamonti e Marchizza. Serviva una vittoria e vittoria è stata, compito per la verità non complicato considerata l’ultima posizione occupata in classifica dall’avversario, ma nel calcio si sa, nulla è facile, nulla è scontato. Bravi dunque i ragazzi di Nicolato che si assicurano un posto per Euro21 in Ungheria e Slovenia, il torneo si sarebbe dovuto svolgere quest’anno ma causa pandemia è stato rimandato alla prossima estate. La qualificazione arriva con un turno d’anticipo, senza troppe difficoltà: una doppietta di Scamacca nel primo tempo, i goal di Pinamonti e Marchizza archiviano la pratica Lussemburgo, squadra mai entrata in partita. L’Italia U-21 strappa dunque il pass per l’Europeo U-21, un’edizione particolare, la prima con 16 squadre, aumentato il numero di partecipanti rispetto ai precedenti tornei. Per il CT Nicolato sarà la prima esperienza in una fase finale Under21, ma sa già come gestire tornei di questo livello. Ha guidato l’U20 al mondiale fino alla finale 3/4 posto, con una squadra talentuosa. Il tecnico degli azzurrini è chiamato a non deludere le aspettative, molte sono le speranze, la Nazionale Under 21 italiana non vince l’Europeo dal 2004.Informareonline-Azzurri-2

di Pasquale Di Sauro

Print Friendly, PDF & Email