L'istituto Vincenzo Corrado di Castel Volturno

L’Istituto Vincenzo Corrado al fianco di Special Olympics Italia: un flash mob per la coesione e l’inclusione sociale

Stefano Errichelli 27/11/2022
Updated 2022/11/27 at 5:59 PM
4 Minuti per la lettura

Si è svolto a Castel Volturno mercoledì 23 novembre un flash mob per sensibilizzare sui temi dell’inclusione e la coesione sociale. A scendere in piazza gli studenti e le studentesse dell’Istituto Vincenzo Corrado di Castel Volturno, che ancora una volta si dimostra un’istituzione sensibile ai temi sociali, ma soprattutto un’eccellenza del territorio castellano.

L’istituto Vincenzo Corrado al fianco di Special Olympics Italia: “Danza strumento di coesione e inclusione sociale”

La scuola rappresenta uno dei leganti principali della società, culla di cultura ma anche di senso civico e di valori di legalità. Proprio sulla base di questi principi si è svolta la giornata di sensibilizzazione condotta dai ragazzi dell’ istituto Vincenzo Corrado, che ancora una volta si dimostra elemento essenziale per la realtà di Castel Volturno, una realtà troppo fragile sui temi sociali ma condotta dalla speranza delle nuove generazioni. A guidare la squadra del Corrado la Dirigente, Dott.ssa Nicoletta Fabozzi, che quando si parla di inclusione e disabilità è la prima ad agire, insieme ai docenti del comitato Sportivo Studentesco che hanno preparato gli allievi per l’evento tanto atteso: Francesco Camerlingo, Caterina Del Villano, Sandra Damiano, Stefania Virgili, Daniela Renda, Correra Maria Gina, Ucciero Pasquale. Una giornata emozionante tra colori musica e balli.

La motivazione degli studenti rappresenta una speranza concreta per il futuro

Sarebbe superficiale limitarsi a raccontare un evento simile citando solo i consueti richiami e aneddoti giornalistici. In un territorio come Castel Volturno è un bene che ci siano giornate simili, che per un giorno sia il rispetto a farla da padrone, in una città dove troppo spesso la violenza prende il sopravvento. La speranza di un futuro migliore per la città di Castel Volturno passa anche da qui… da attività che mettano al centro il tema della coesione sociale, non è assolutamente un caso che sia la scuola a proporre la diffusione di tali sentimenti. Il fondamento dell’istituzione scolastica è proprio questo, introdurre nella società cittadini coscienti ed attivi.

Un flash mob per la coesione e l’inclusione sociale: la lettera degli studenti

“Oggi è una grande giornata per tutti noi. È bello vedere che siamo in questa Piazza Uniti per una bellissima causa. Il nostro messaggio deve arrivare nel cuore di chi può e deve investire in risorse e progetti per dare ai giovani la possibilità di crescita su temi fondamentali come l’inclusione. E noi alunni del Corrado ci uniamo con tutte le nostre forze a tutte le scuole d’Italia che organizzeranno flash mob per la giornata dedicata allo sport alla danza come strumento di coesione ed inclusione sociale. Questa occasione ci ha insegnato la bellezza dello stare insieme, la necessità di rispettarci a vicenda, ci ha fatto capire che lo sport è promozione di conoscenza di sé stessi e degli altri.

Lo sport come La danza è l’antidoto più forte che abbiamo per combattere la discriminazione e la valorizzazione dell’inclusione. Lo sport utilizza un linguaggio universale che unisce e valorizza ogni diversità e veicola messaggi di speranza per tutti noi di un mondo rispettoso, unito e inclusivo. Un grazie speciale va alla nostra dirigente scolastica, la professoressa Fabozzi che ci ha motivato con la sua profonda sensibilità verso un tema sociale così importante, partecipando a questo evento di portata nazionale. Un grazie va anche ai nostri docenti che ci hanno guidato e coordinato per la realizzazione di questo flash mob. Per concludere diciamo a gran voce…. viva lo sport, viva la condivisione, viva l’inclusione.”

Ph. di Stefania Virgili

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *