LIMITAZIONI DEL TRAFFICO A NAPOLI

TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE SULLE DIRETTIVE DEL COMUNE

 

TRAFFICO A NAPOLI

Anno nuovo aria nuova, Napoli accoglie il dispositivo del comune sul traffico e sul rispetto delle misure di contenimento dell’inquinamento atmosferico.

Fino al giorno 8 gennaio queste saranno le limitazioni per la circolazione veicolare, il divieto sarà:

– dalle ore 9.00 alle ore 17.00 del 2 gennaio 2016
– dalle ore 9.00 alle ore 12.00 del 3 gennaio 2016
– dalle ore 9.00 alle ore 17.00 per i giorni 4, 5, 7 e 8 gennaio 2016

per i primi sei giorni del 2016 i riscaldamenti dovranno seguire queste direttive:

a. la riduzione della temperatura degli ambienti riscaldati a:
– 18° negli edifici civili (ad esclusione delle scuole, degli ospedali e similari);
– 17°negli edifici industriali e similari.
b. La riduzione dell’orario di accensione del riscaldamento, nei modi di cui al punto a per un massimo di 9 ore.

Nell’ambito delle misure di contenimento dell’inquinamento atmosferico, è in vigore il dispositivo di limitazione al traffico dei veicoli privati con valori di emissioni superiori ai limiti di legge, per le giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 16:30. 

Per informazioni dettagliate vai a: DISPOSITIVO TRAFFICO 2016

 

About fulvio mele

Fulvio Mele: Ventenne Giornalista Pubblicista da Marzo 2016 e Vicedirettore di Informare da Giugno dello stesso anno.
Diplomatosi al Liceo Scientifico R. Caccioppoli di Napoli.
Laureando in Sociologia (scienze sociali) presso la Facoltà della Federico II.
Entra nell’associazione “Officina Volturno” nell’agosto 2013.
Esordisce come giornalista nel mensile di ottobre 2013, scrivendo una rubrica sui libri, “Leggi che ti passa”.

“Credo che per essere giornalista bisogna essere curioso e andare oltre le cose; credo che la notizia non si crea ma la si racconta entrandoci dentro, aprendola dall’interno; credo che un vero giornalista scrive di emozioni e di storie, soprattutto dà voce a chi voce non ne ha ; credo che essere giornalista sia uno stile di vita”