Comune di Castel Volturno Caserta
Comune di Castel Volturno Caserta

Lettera aperta e pubblica all’amministrazione di Castel Volturno

Al funzionario dell’area ambiente, se esiste, visto che è stata fatta, da circa un mese una determina di  € 10.000 per un “esperto ambientale”, se si è insediato chiedo in modo ufficiale: perché l’isola ecologica resta chiusa?

Mancano delle autorizzazioni che il sindaco non firma per paura d’incorrere in qualche ricorso o altro? Oppure ci sono altri motivi che non conosciamo?

Cosa si sta facendo per l’assegnazione definitiva della gara sui rifiuti? Si continuerà con proroghe che risolvono solo il problema momentaneo, ed in inverno (molto semplice), e non certo in modo reale e definitivo?

Dato l’imminente arrivo della  primavera e delle festività pasquali si è pensato ad una programmazione per fare in modo di avere un territorio pulito, privo di sabbia, erbacce, rifiuti e di zanzare iniziando, come da prassi,  l’anti-larvicida (si può conoscere almeno il calendario DELL’ASL?) per distruggere le larve delle zanzare e non arrivare in estate con trattamenti che non servono a nulla, tranne avvelenare animali e persone?

Si ritiene ancora valido il piano industriale presentato dalla vecchia amministrazione oppure sarebbe il caso di rimodularlo?

Quando e come il Presidente del Consiglio metterà in atto le consulte ambiente e altre come prevede lo statuto comunale, già segnalato dal consigliere Schiavulli del M5S? E le commissioni consiliari, la maggior parte delle quali mai insediate?

Visto che questa amministrazione pecca di un grande deficit informativo, agiremo in tutte le sedi ed in tutti i modi democratici possibili per ottenere trasparenza.

Ancora, e non certo per polemica, ma per dare un contributo reale alla programmazione senza la quale non si va da nessuna parte.  Come associazione sin dall’inizio abbiamo dato la nostra disponibilità, d’altronde come fatto con tutti,  ma con estrema trasparenza e rispetto dei ruoli e MAI come sostenitori di tizio o caio, unicamente restando indipendenti e distinti e distanti dai partiti le associazioni restano credibili. Il rispetto deve essere reciproco, e dopo mesi di osservazione e  aver dato tutto il tempo possibile affinché quest’amministrazione si organizzasse, adesso non c’è più tempo per le chiacchiere, occorrono fatti concreti e verificabili.

Finora abbiamo assistito ad uno spettacolo indecente e inimmaginabile di questa maggioranza, la quale  prima fa alleanze e accetta candidature discutibili e poi  ha rimorsi di coscienza, o forse esistono veti  istituzionali e facilmente immaginabili?

Ma che ancora la giunta non sia stata completata, e già 3 consiglieri in modo ufficiale sono usciti dalla maggioranza per passare all’opposizione firmando anche un documento ufficiale pareggiando i conti dei consiglieri che ormai sono 8 a 8 e li mantiene in carica unicamente il voto del sindaco.

Chiedo inoltre:  

1) A che punto è la distribuzione delle attrezzature regionali per la raccolta differenziata e se sono state distribuite che incremento percentuale ne è derivato?

2) A che punto è la gara per la realizzazione di due nuove isole ecologiche (progetto già finanziato)?

3) Come mai le eco-isole non sono state distribuite? Esisteva una progettualità per Pinetamare della vecchia amministrazione, come sede di destinazione, oppure sono stati elaborati altri progetti?

Tutte domande legittime, di cittadini attivi ma che non sono disponibili a restare in silenzio mentre il territorio vive d’inerzia ed ha necessità di essere amministrato da persone preparate ed autorevoli.

Tommaso Morlando

Direttore Informare

Print Friendly, PDF & Email