Banca Etica

Legalità e contrasto alle mafie, firmato a Napoli il protocollo tra Banca Etica e Advisora

Ciro Giso 21/01/2023
Updated 2023/01/21 at 3:21 PM
4 Minuti per la lettura

Un protocollo d’intesa per il contrasto alla criminalità organizzata, la promozione e la divulgazione della cultura della legalità e la realizzazione di percorsi per migliorare la gestione dei beni confiscati alle mafie. È questo l’obiettivo del protocollo d’intesa che oggi Banca Etica e Advisora hanno firmato al complesso di Monte Sant’Angelo dell’Università Federico II di Napoli.

Un’incontro, nell’Aula Fabrizi, a cui hanno partecipato Renato Briganti, docente di diritto costituzionale e direttore del corso di alta formazione in finanza etica; Gabriella Maria Casella, presidente del tribunale di Santa Maria Capua Vetere; Anna Fasano, presidente Banca Etica; Marcella Vulcano, avvocato e presidente di Advisora e Luciano Modica, consigliere di Banca Etica, consigliere di Advisora e amministratore giudiziario.

Banca Etica e Advisora per il contrasto alle mafie

Due realtà, quelle di Banca Etica e Advisora, che la nostra redazione conosce bene. La prima realtà è l’unica banca italiana dedita alla finanza etica, ossia un metodo di fare economia provando a non piegarsi a certi meccanismi propri del nostro sistema. L’abbiamo già conosciuta nella persona di Giuseppe Sottile, responsabile dell’Area Sud di Banca Etica, che qualche mese fa ha visitato la nostra redazione a Castel Volturno. Stamattina a rappresentare la banca c’era la sua presidente, Anna Fasano.

Banca Etica Advisora

«Oggi la criminalità organizzata agisce infiltrandosi sempre più nel sistema economico» ha spiegato Fasano di Banca Etica. «Le mafie proliferano sulle disuguaglianze generate da un modello capitalistico che crea troppe fragilità. Dopo l’arresto di Matteo Messina Denaro, l’impegno della società civile per la lotta alle mafie resta più centrale che mai. Così la finanza etica rafforza il suo impegno al fianco delle organizzazioni che promuovono la legalità. Ma non solo: tutto l’agire della finanza etica è mirato allo sviluppo di un sistema economico che tuteli l’ambiente e i diritti delle persone. Così lasceremo sempre meno spazio alle infiltrazioni criminali».

La seconda realtà, Advisora, è una rete di professionisti nell’ambito di custodie e amministrazioni giudiziarie di beni sottoposti a sequestro o a confisca. Una comunità utile alla consulenza e lo scambio di esperienze in questa materia.

Banca Etica Advisora

«Advisora promuove da sempre una cultura antimafia e anticorruzione, dell’integrità e dell’etica» ha dichiarato Marcella Vulcano, presidente di Advisora. «Il protocollo d’intesa con Banca Etica esprime la comunità d’intenti, di cultura e di pensiero che le accomuna: creare una cooperazione virtuosa che ponga al centro l’interesse della collettività e rendere replicabili esperienze positive di gestione e destinazione di beni e aziende confiscati che altrimenti resterebbero isolate. La realizzazione di reti virtuose, come quella con Banca Etica, è fondamentale per rendere efficace il contrasto alla criminalità. Continueremo ad impegnarci per moltiplicare le occasioni di interazione tra soggetti pubblici e privati e organizzazioni del Terzo settore. Il nostro obiettivo è di rendere i beni confiscati alla criminalità organizzata risorse in grado di innescare processi di sviluppo locale e accrescere la coesione sociale».

 L’accordo consiste in due impegni che saranno mantenuti da entrambe le realtà etiche. Advisora fornirà supporto per favorire interventi utili al mantenimento sul mercato e al miglioramento gestionale dei beni e delle aziende sequestrati e confiscati. Mentre Banca Etica si impegnerà a fornire supporto tecnico per tutte le problematiche di natura finanziaria che saranno sottoposte dagli associati di Advisora. Valutando di volta in volta, inoltre, la possibilità di erogare crediti. Una grande iniziativa tra due realtà virtuose.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *