Le ultime sull’emergenza Covid: mascherine fino al 15 giugno

54
mascherine
Pubblicità

Il dibattito è arrivato finalmente ad una conclusione: arriva la proroga dell’obbligo di mascherine FFP2. 

Dal 1° maggio termina ufficialmente l’obbligo di Green Pass in tutti i luoghi.

Pubblicità

Le uniche eccezioni, visite in ospedale e Rsa e viaggi all’estero.

Discussa era invece la questione relativa all’uso delle mascherine. Visti i notevoli progressi della curva pandemica degli ultimi mesi, eravamo tutti convinti che avremmo salutato anche le mascherine, e invece no.

Il Ministro Speranza ha annunciato che sarà firmata nelle prossime ore un’ordinanza che confermerà il contenuto dell’emendamento per fare da ”ponte” in attesa della conversione in legge dal Parlamento.

Le ragioni? Tra tutte il timore di fare il passo più lungo della gamba.

Come ha affermato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa: «l’inizio di questa fase nuova è coerente con la responsabilità dimostrata dagli italiani che hanno imparato a convivere con il virus con grande consapevolezza».

Non possiamo permetterci passi indietro.

E dunque visto anche il ritorno al lavoro dei non vaccinati dal primo maggio, il valore prioritario da salvaguardare è la salute dei cittadini.

Continuerà infatti ad essere obbligatoria anche nelle scuole, fino alla fine dell’anno scolastico, proprio per garantire agli studenti la presenza fisica nelle aule.

E dunque l’emendamento contiene l’obbligo di mascherine in:

-mezzi di trasporto a lunga concorrenza e mezzi di trasporto pubblico locale,

-eventi e spettacoli al chiuso (cinema, teatri, sale da concerto e palazzetti dello sport),

-strutture sanitarie, Rsa e ospedali.

Pubblicità