Le serie TV che esorcizzano la camorra

Sotto Copertura Serie TV

L’esorcismo è un insieme di rituali atti a scacciare una presunta presenza demoniaca da una persona, un animale o da un luogo. E se la presenza demoniaca è la camorra, quali sono i rituali atti a scacciare il demone dalla società?

 

La questione ha lasciato forti dubbi in chi, da cittadino dei territori messi in scena, ha visto rivivere sul piccolo schermo le vicende di un periodo storico che si colloca tra le parentesi meno felici della storia campana e non solo.

Da Gomorra a Sotto Copertura (sia per la cattura di Antonio Iovine che per quella di Michele Zagaria), passando per le vicende capitoline di Suburra, si assiste, si rivive e si scopre una fetta di storia che nessuno vorrebbe vedere diffusa, sia per amore della propria terra che per l’identificazione che ne consegue a quelle vicende.

Pasta, mafia e mandolino ed ora anche la TV! Pensa qualcuno stanco di esser riconosciuto come cittadino unicamente di quel periodo storico.

La questione serie televisive vede il popolo diviso a metà tra chi non vorrebbe mai veder pubblicizzati certi eventi e chi invece li segue con interesse.

La diatriba può trovare una nuova chiave di lettura in un  vero e proprio esorcismo della camorra. Esorcismo atto ad allontanare il demone proprio per mezzo di fiction che ne raccontano le vicende (in molti casi a lieto fine) come pezzi di storia vissuti e superati.

La questione viene così archiviata come la guerra. Guerra sociale che non può essere dimenticata ma che dà slancio ad un futuro migliore.

Speculare su quanto di cattivo c’è nella società è un atto camorristico ma guardare a quei fatti come qualcosa di vissuto e superato serve a far capire chi siamo, da dove siamo passati e dove non vogliamo più tornare e andare.

di Maria Perillo