Roma Valente senatrice

Lavoro e donne, la senatrice Valente a Roma: “I vecchi modelli vanno scardinati”

Leda Tonziello 09/03/2022
Updated 2022/03/09 at 12:31 AM
2 Minuti per la lettura

Ieri pomeriggio, a Roma, presso la Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva, si è tenuto un incontro organizzato dalla Senatrice Valeria Valente, Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul femminicidio, nonché su ogni forma di violenza di genere.

«Per noi investire sull’occupazione femminile e quindi sull’autonomia, sulla libertà di scelta e sull’indipendenza delle donne significa combattere la violenza maschile e puntare sullo sviluppo del Paese. Questo è l’intreccio al quale abbiamo voluto puntare in questo 8 marzo, dedicato alle donne ucraine che resistono e che combattono e alle donne russe che dissentono» ha dichiarato la senatrice, introducendo il convegno organizzato al Senato dal titolo “Il lavoro delle donne: libertà dalla violenza e strategia di sviluppo del Paese”, al quale stanno partecipando la ministra Elena Bonetti, la direttrice generale dell’Istat Linda Laura Sabbadini, Susanna Camusso, Maria Cecilia Guerra – Sottosegretaria di Stato per l’Economia e le Finanze Gender Equality tra Pnrr e bilancio di genere e tante altre.

«Se le donne vengono respinte dal mercato del lavoro – ha proseguito Valente – è perché il modello di sviluppo e di organizzazione del lavoro non sono neutri, sono maschili, e le donne fanno fatica e non fanno carriera. Questi modelli vanno scardinati. La violenza maschile è espressione del rapporto di potere sperequato tra uomo e donna. Le donne vanno messe nelle condizioni di stare al mondo nel loro proprio modo e di sperimentare nuovi modelli di decisione e di leadership. Bisogna puntare sul welfare di comunità e di prossimità, sulla condivisione e non sulla conciliazione».

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *