L’ARPAC promuove le acque del Litorale Domitio

spiagge-litorale-domizio-mondragone-ischitella

L’Arpac ha promosso la qualità del mare del litorale di Mondragone e di Castel Volturno. Solo le acque del Sud Fiume Savone e della Pineta Grande Sud sono state classificate sufficiente.

Invece la qualità dell’acqua degli altri tratti è stata giudicata eccellente. Solitamente durante l’estate i bagnanti prendono d’assalto proprio i lidi di Ischitella, Villaggio Coppola, Pescopagano e Pineta Grande.

Per consultare la mappa interattiva di ARPAC sullo stato delle acque delle varie zone campane basta riferirsi a questo link: https://portale.arpacampania.it/mappa-interattiva

L’APP SKIPLY PER IL MARE

È online il documento sulle misure per contenere il contagio da coronavirus
negli stabilimenti balneari elaborato dall’Inail, in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità. Inail e Iss suggerisco meno ombrelloni, prenotazioni obbligatorie tramite portali e App. Inoltre per coloro vogliono passare un giorno al mare consigliano pagamenti veloci con carte di credito e, dove e possibile, percorsi diversi di entrata e di uscita. Codacons e Legambiente hanno denunciano il rischio di aumenti a carico dei bagnanti o di cessioni di demanio ai privati.

LE ESIGENZE SANITARIE

Il team campano di sviluppo di Skiply, l’App che promette di portare l’Italia tranquillamente al mare , ha immaginato una strategia che riesce a coniugare tutte le esigenze in campo. Quella sanitaria, garantendo il distanziamento sociale; quella ambientale, con un uso meno intensivo e anarchico gli arenili pubblici; quella economica, con la possibilità dei sindaci di sostenere i costi di vigilanza e di adeguamento delle spiagge e, non ultimo, il diritto dei cittadini di godere di un bene comune.
“Condividiamo – dichiarano i creatori di Skiply Francesco Califano di Giddy Up e Vincenzo Striano di Shift-left – le preoccupazioni espresse da Legambiente e Codacons. Pensare di cedere a privati pezzi di litorale in cambio del controllo o ipotizzare balzelli a carico dei bagnanti o, addirittura, la chiusura delle spiagge, perché non si è in grado di assicurarne la fruizione, sarebbe un atto di resa. Vanno ascoltati e sostenuti quei sindaci che si trovano ad affrontare un problema complesso, senza, peraltro, le risorse necessarie. Skiply è la soluzione”.
La piattaforma di Califano e Striano dispone della tecnologia per permettere alle amministrazioni comunali di disciplinare la balneazione del mare, regolando gli ingressi e filtrandoli per residenza, fasce orarie, età, così da evitare gli assembramenti e le file dei cittadini ai varchi. Quindi, i rischi legali alla sicurezza e all’impatto ambientale dovuto all’uso intensivo dei litorali sarebbero superabili con facilità.
“In questa emergenza – fanno notare Califano e Striano – le imprese hanno già dimostrato di essere sensibili e solidali. E, benché sia un periodo duro per tutti, non crediamo che i sindaci delle città di mare avrebbero difficoltà a formare delle cordate di imprenditori cui sta a cuore il benessere dei loro concittadini. Le aziende compirebbero un bel gesto etico, con una ricaduta di immagine straordinaria. Sarebbero soldi ben spesi“.
Skiply potrebbe avere effetti positivi sulla gestione delle spiagge libere nel napoletano e sul litorale domizio. I Comuni alleggerirebbero il traffico, faciliterebbero il parcheggio, eviterebbero file e assembramenti. Favorirebbero l’uso sostenibile dei litorali agevolando i controlli.

Print Friendly, PDF & Email