Lago Patria apre al canottaggio

Circolo Canottieri NESIS -Lago Patria

Il Circolo Canottieri NESIS tra sport e impegno civile

 

È una domenica piovosa quella che ci accoglie il 21 gennaio nella splendida cornice dell’Ecoparco del Mediterraneo di Castel Volturno. Le acque del laghetto principale sono pronte ad accogliere una singolare manifestazione: il varo di una barca da Canottaggio!

Un gruppo di ragazzi festanti, nonostante qualche goccia di pioggia, rompe il silenzio dell’oasi naturalistica e gli uccelli di stanza all’Ecoparco, quasi infastiditi, spiccano il volo. L’evento è stato ospitato presso la struttura “El Primero” di Gigi Esposito che ha sposato la causa dell’Associazione Polisportiva Dilettantistica “Circolo Canottieri NESIS” di stanza a Lago Patria e operante sul territorio di Lago Patria e Castel Volturno da due anni. Testimonial di questo varo è stato Pasquale Marigliano, canottiere che con la maglia azzurra è stato Campione del Mondo a Vienna nel 1991 ed a Tampere nel 1995, atleta olimpico a Seul nel 1988 e ad Atlanta nel 1995. In forza al C.N. Posillipo fino allo scorso giugno, da luglio 2017 indossa i colori della NESIS in qualità di allenatore del Settore Master e Responsabile dei rapporti con le Scuole del territorio.

Tutto è pronto per il varo di questa nuova imbarcazione della lunghezza di circa 11 metri per 100 kg di peso, che a bordo può ospitare quattro vogatori ed un timoniere. Mentre si dà il via alle prove in acqua, ci intratteniamo con il presidente del Circolo Canottieri NESIS, il dott. Pietro Sibillo, dal quale apprendiamo che si tratta di un sodalizio sportivo nato nel 2014 da un gruppo di appassionati di Canottaggio. La mission dell’Associazione è quella di promuovere lo sport dilettantistico tra i ragazzi dai 9 ai 17 anni, inteso come scuola di disciplina. Durante la nostra chiacchierata, il Presidente richiama più volte i concetti di condivisione di intenti, di fidelizzazione, di miglioramento dell’autostima rimarcando che per un minore la pratica di un qualsiasi sport rappresenti la parte fondante del proprio carattere. Il Circolo Canottieri NESIS proviene da un triennio di esperienze positive sviluppate presso il Servizio Diurno Polifunzionale di Nisida e il Dipartimento di Giustizia Minorile di Napoli, dove ha sviluppato una progettualità riguardante sia attività sportive che laboratoriali, conclusesi lo scorso dicembre 2017, con i minori provenienti dal cosiddetto “circuito penale esterno”, ovvero con minori sottoposti a procedimenti giudiziari per reati minori per i quali non è prevista la custodia in carcere. Esperienze di grande spessore umano che hanno dato enormi soddisfazioni soprattutto ai ragazzi protagonisti dei due progetti ”RemiAmo Insieme” e il “Cantiere del mare”.

 

 

Durante lo stesso triennio il Circolo Canottieri NESIS ha sviluppato una serie di collaborazioni con Istituti Scolastici del comprensorio di Napoli per svolgere attività promozionale dello sport del Canottaggio. Nel 2016 in partenariato con l’I.T.N. “Duca degli Abruzzi” di Napoli ha vinto il bando “Scuola Viva” della Regione Campania, che si articola su tre annualità, per sviluppare il progetto “Il mare di Bagnoli: risorsa culturale, sportiva e socio-culturale” con i Fondi FSE 2014-2020. Per quanto riguarda i progetti futuri, il Presidente ha dichiarato: «Il Circolo Canottieri NESIS per il 2018 intende sviluppare una serie di iniziative con i ragazzi e con gli adulti di questo territorio. A breve verrà presentato il progetto “Torneo Interscolastico Domitio” che interesserà le Scuole Primarie di Castel Volturno. Si tratta di un progetto che vedrà coinvolti gli Istituti Scolastici Primari da ottobre a giugno nei prossimi tre anni per formare due equipaggi da 5/6 elementi di ragazzi provenienti dalle classi di V e di IV, che da ottobre a marzo svolgeranno attività sportiva e impareranno a remare con i nostri tecnici. Da aprile a giugno, una volta al mese, rappresenteranno i loro Istituti in competizioni in acqua su una distanza di 300 metri per la conquista del Trofeo Domitio che andrà all’Istituto che nelle tre gare avrà accumulato il maggior numero di punti. Al termine del triennio l’Istituto che avrà vinto più volte il Trofeo se lo aggiudicherà in modo definitivo e potrà esporlo nella propria sede. Sempre nel 2018 contiamo di implementare corsi di voga per adulti in orari mattutini e/o serali».

Intanto che si conclude la nostra chiacchierata, rientrano i ragazzi. Sono entusiasti, e si sprecano i loro commenti “tecnici” sull’imbarcazione, intervallati da risate e sfottò mentre si dividono i compiti di chi raccoglierà i remi, chi i carrelli e di chi darà una mano a rimettere la barca a secco. Intanto si danno appuntamento a martedì per il prossimo allenamento sulle acque di Lago patria.

di Alessia Giocondo

Tratto da Informare n° 178 Febbraio 2018