L’affetto dei tifosi e degli amici per Faouzi Ghoulam

0

Messaggi di affetto e visite a sorpresa hanno provato a rincuorare l’algerino, tifosi e amici si sono stretti in un caloroso abbraccio per Faouzi Ghoulam

Un lungo calvario per il terzino del Napoli Faouzi Ghoulam. Dopo il lungo recupero imposto dai precedenti infortuni, la rottura del legamento crociato al ginocchio sinistro impone un nuovo stop. Non gli hanno fatto mancare il loro supporto i tifosi napoletani che con varie iniziative hanno provato a far arrivare il loro affetto.

Diversi i comunicati di incoraggiamento che ha ricevuto, come quello dei club Napoli sparsi in tutto il mondo ma anche dei singoli tifosi che hanno lasciato messaggi sulle sue pagine social. Così come di altri giocatori anche avversari, colpiti dalla notizia.

A sorpresa ha varcato le porte di Villa Stuart, dove Ghoulam è stato operato qualche giorno fa, l’ex portiere del Napoli Pepe Reina. Grande stupore ma soprattutto commozione per l’algerino. Non sono più compagni di squadra ma l’affetto che lega questi ragazzi e la loro solida amicizia resiste nonostante la lontananza.

Una carriera costellata da infortuni quella del giocatore

Una maledizione cominciata nel novembre del 2017, con la rottura del legamento crociato del ginocchi destro contro il Manchester City durante la fase a gironi di Champions League. Si tentò un recupero disperato ma forzando sulla lesione durante gli allenamenti, il giocatore si procurò la rottura della rotula dello stesso ginocchio, decidendo poi di operarsi. Il lento e difficoltoso recupero gli ha in seguito procurato una serie di problemi muscolari che lo hanno spesso tenuto lontano dal campo. Anche se durante la stagione di Ancelotti, è stato schierato in campo nonostante il parere contrario dell’allora medico sociale azzurro, dott. De Nicola.

Domenica sera, contro il Bologna, l’infortunio che lo ha nuovamente portato sotto i ferri e si ipotizza un recupero molto lungo dati i precedenti. Una vera sfortuna per il giocatore e per la sua squadra, la corsia mancina è sempre stata solida e affidabile nelle sue mani. Lo stesso Sarri, dopo il primo infortunio, affermò che senza Ghoulam perdeva un intero schema di gioco e non solo un giocatore in campo. Il suo talento e le sue doti gli sono state riconosciute da ogni altro allenatore che ha potuto schierarlo e con il suo rientro si è subito visto il cambio di passo e di efficacia.

Non resta che fargli i nostri migliori auguri, soprattutto che possa presto tornare a giocare e a stare bene.

di Alessandra Criscuolo

Print Friendly, PDF & Email