L’abbraccio che ha fatto commuovere il mondo

Informareonline-Abbraccio

Ci sono abbracci che fanno commuovere il mondo. Ci sono immagini che regalano immense emozioni ai nostri occhi, come la storia dell’infermiere Raimundo Nogueira Matos che lavora al Centro de Apoio Geriátrico, a Caapiranga, nello stato di Amazonas, in Brasile, e abbraccia Emerson Junior, 30enne con sindrome di Down, positivo al Covid-19.

Il ragazzino, a causa della forte ansia di cui soffre, ha rifiutato la maschera per la somministrazione di ossigeno, malgrado le sue difficoltà respiratorie. Così, per aiutarlo a superare quella paura nella notte tra venerdì e sabato scorso è intervenuto un infermiere, il 38enne Raimundo Nogueira Matos, che lo ha abbracciato, calmandolo e convincendolo a indossare quella maschera d’ossigeno.
Nelle ultime ore, la loro foto sta facendo il giro del mondo toccando le corde più sensibili in un periodo in cui il Covid continua a seminare vittime e migliaia di contagi giornalieri. A cristallizzare questo meraviglioso scatto, poi diventato virale, è stato un altro paziente che ha assistito alla scena decidendo poi di condividere lo scatto sui social. Emerson si è sentito al sicuro in quel tenero abbraccio, l’infermiere è riuscito a dargli l’ossigeno di cui aveva così tanto bisogno. Raimundo ha raccontato: “Conosco il rischio che posso correre avvicinandomi ad un paziente Covid. Ma poiché è un paziente speciale, aveva bisogno di molto affetto.”
Ci sono gesti d’amore, che continuano a trovare bellezza, anche in un momento così difficile e delicato come questo, per sconfiggere il mostro invisibile Covid19, che non vuole darsi una tregua.

di Grazia Sposito

Print Friendly, PDF & Email