La Scozia è il primo Paese ad approvare la legge sugli assorbenti gratis

informareonline-scozia-2

La Scozia a breve sarà il primo Paese a fornire assorbenti alle donne gratuitamente. Il provvedimento di legge avanzato dalla parlamentare Monica Lennon è stato approvato all’unanimità. L’obiettivo raggiunto garantirà a tutte le donne del Paese di ottenere questi prodotti gratis, in maniera facile e nel pieno rispetto della privacy.

In Scozia assorbenti gratis per tutte le donne

La questione assorbenti è al centro della discussione e del dibattito ovunque, non sempre però, si sono raggiunti risultati positivi. Un esempio è proprio la situazione italiana che appare delle più contraddittorie, con l’Iva al 22% sugli assorbenti, di fatto classificati come dei beni non di prima necessità. Eppure questi non rappresentano un lusso per le donne, le mestruazioni sono naturali e non una scelta, ecco perché in Europa lo scenario sta cambiando, adeguandosi alle richieste legittime del sesso femminile. Francia e Inghilterra hanno abbassato l’imposta al 5,5%, l’Olanda al 6% mentre il Canada e l’Irlanda l’hanno addirittura abolita. La notizia però arriva dalla Scozia: sarà il primo Paese a fornire assorbenti gratuitamente.

Un traguardo importante 

Period Product (Free Provision) Bill, è il nome della proposta di legge della parlamentare Monica Lennon. Grazie all’approvazione unanime del provvedimento, in Scozia le donne non dovranno più acquistare il necessario per affrontare i giorni del ciclo mestruale. Saranno infatti distribuiti gratuitamente gli assorbenti, un traguardo storico che segna l’inizio di un cambiamento fondamentale. Legge questa che garantirà un risparmio cospicuo per la donna che prima – in Italia ancora oggi – spendeva soldi per l’acquisto di prodotti che non sono certi un lusso.

Normalizzare il ciclo mestruale

Il ciclo per la donna non è una vergogna, acquistare assorbenti non è lusso, l’Iva in Italia è al 22%. In Scozia le mestruazioni sono state normalizzate: come primo passo il governo aveva già deciso di distribuire assorbenti gratis nelle scuole e nelle università. Successivamente è arrivato il provvedimento, che mette a disposizione di società sportive, associazioni di beneficenza e autorità locali 9,2 milioni di sterline (oltre 10 milioni di euro). Ciascuna divisione amministrativa scozzese potrà poi autonomamente decidere come procedere per attuare la legge e far sì che gli assorbenti siano forniti gratuitamente a tutte le donne che ne facciano richiesta, con un procedimento snello e nella massima discrezione, nel pieno rispetto della privacy. Si potrà scegliere se ritirare personalmente i prodotti o farseli consegnare. L’aspetto della riservatezza è fondamentale, visto che molte donne ancora vivono con imbarazzo l’argomento mestruazioni. Tuttavia una decisione rivoluzionaria come quella del parlamento scozzese si spera possa essere un segnale forte di normalizzazione del ciclo mestruale, affinché le donne vivano serenamente questo aspetto della loro femminilità, senza vergogna, senza tabù.

di Pasquale Di Sauro

Print Friendly, PDF & Email