In questo periodo di quarantena, talvolta le giornate possono essere lunghe e noiose ed è per questo che Quibi potrebbe rappresentare soluzione interessante.

Che cos’è Quibi?

Quibi è una piattaforma streaming con due caratteristiche principali: nato solo ed esclusivamente per smartphone e nessuno dei suoi contenuti supera i 10 minuti di durata.

Lo stesso nome della piattaforma, prende spunto dalla sua filosofia di sviluppo, infatti “Quibi” nasce dalla fusione di due termini “Quick e Bites” (bocconcini veloci).

La piattaforma si collocherà in un settore già molto folto, dove Netflix, Amazon e Disney plus la fanno da padroni, ma chissà che le gerarchie non possano essere in qualche modo sovvertite.

Nomi Illustri

La piattaforma è figlia di Jeffrey Katzenberg, ex capo degli studi Disney all’epoca del Re Leone, passato poi a Dreamworks e Meg Whitman, una delle manager più potenti degli Stati Uniti.

Attualmente Quibi può usufruire di un budget di quasi 2 miliardi di dollari grazie agli investimenti di Alibaba e altre importanti case di produzione statunitensi: Disney, Sony, Viacom e WarnerMedia, tra le altre.

Quibi ha fondi, ma anche importantissime collaborazioni, infatti la piattaforma può vantare contratti già firmati con personaggi del calibro di: Steven Spielberg, Guillermo del Toro, LeBron James, Jennifer Lopez, Reese Witherspoon e Idris Elba.

Tra i suoi contenuti già disponibili ce n’è uno con protagonista Liam Hemsworth e un altro con Sophie Turner.

I contenuti di Quibi

Attualmente Quibi presenta circa 3 categorie distinte:

  1. Film a episodi: storie lunghe ma suddivise in episodi mai superiori ai 10 minuti
  2. Programmi documentari o d’intrattenimento.
  3. Informazione: contenuti prodotti esclusivamente per Quibi da NBC News, BBC ed ESPN.

Attualmente sono stati annunciati 50 titoli, ma l’obiettivo è quello di arrivare a 170 entro la fine dell’anno.

Quanto costa?

Quibi debutta oggi ufficialmente in Italia. Tuttavia i contenuti per ora sono solo in inglese, con sottotitoli in inglese o spagnolo.

L’idea iniziale era quella di regalare due settimane di prova gratuita, ma dopo l’esplosione della pandemia, i vertici hanno deciso di regalare 3 mesi completamente gratuiti.

Per quanto riguarda gli abbonamenti mensili, sono presenti 2 pacchetti:

  1. 4,99 dollari con meno di due minuti di annunci pubblicitari per ogni ora di contenuti (abbonamento ancora non disponibile in Italia)
  2. 8,99 euro completamente senza annunci.

Quibi si presenta come una rapida via di intrattenimento, soprattutto per questi lunghi giorni di quarantena e chissà che non possa diventare, a lungo termine, uno dei pilastri dello streaming online.

di Simone Cerciello

Print Friendly, PDF & Email