informareonline-premio-tortuga

Castel Volturno è un territorio ricco di eccellenze, benché se ne continui a dire molto in merito. A voler distruggere l’ideale di un territorio privo di bellezze ha contribuito Antonio Del Sole, Chef internazionale e Titolare del Ristorante “La Tortuga” di Castel Volturno.

Quest’ultimo ha istituito il Premio “Il Tortuga d’Oro” che, da quest’anno, metterà in risalto le eccellenze sociali, artistiche, sportive, gastronomiche e ricettive di questo territorio. La prima edizione si è tenuta lo scorso mese ed ha visto tra i premiati anche il direttore di Informare, Tommaso Morlando, per l’impegno sociale a cui tiene fede ormai da 17 anni attraverso il Magazine Informare e l’Associazione Officina Volturno. Un impegno sociale forte tanto quanto quello di Antonio Del Sole, eccellente personalità, che con la sua ricchezza di valori, la sua umiltà e soprattutto umanità porta avanti una vera e propria mission.

Presidente del Campania Team per l’Associazione Nazionale dei Cuochi, Antonio Del Sole è infatti responsabile dei corsi di cucina che vengono organizzati all’interno degli istituti penitenziari Campani, tra cui il carcere femminile di Pozzuoli. Il suo scopo è trasmettere qualcosa di forte ai detenuti, insegnargli un mestiere che dia loro la possibilità di realizzarsi professionalmente dopo aver scontato la propria pena. Sono in molti a lavorare nel suo ristorante, tanti altri lavorano in altre strutture del territorio ed è questa la vera vittoria di Antonio: favorire il futuro di chi, in un certo qual modo, anche dopo aver pagato per i propri errori, resta marchiato a fuoco.
Nella splendida cornice del suo ristorante si è svolta la cerimonia di premiazione condotta dall’attore siciliano Alfredo Li Bassi, con la presenza del sindaco di Castel Volturno, Luigi Petrella, che ha apprezzato molto l’iniziativa dello chef, dichiarandosi entusiasta; con lui presenti anche Luca Branco, sindaco di Capua e Raffaele Ambrosca, sindaco di Cancello ed Arnone.

Tra i premiati gli scrittori Mario Luise ed Alfonso Caprio, penne intense e brillanti del nostro territorio; premio alla memoria per Carlo Croccolo, attore napoletano che a Castel Volturno ha vissuto per gran parte della sua vita. Premio alla memoria per Angelo, Roberto ed Armando Scalzone, campioni di tiro a volo e basket: con Angelo, l’Italia tutta vinse la prima medaglia d’oro olimpionica per il tiro al piattello, a Monaco. In campo sportivo, premiati anche i ragazzi del team Nerone con Patrizio Oliva, campione di Pugilato e medaglia d’oro a Mosca nel 1980 e Gelsomina Nozzolillo, campionessa di tiro con l’arco.
E ancora il Capitano Rosario Trapanese, fondatore dell’IMAT- Italian Maritime Academy Technologies che ha scelto proprio Castel Volturno per un centro che è un’eccellenza a livello europeo per quanto concerne la formazione marittima. In campo medico, ritira il premio anche il celebre neurochirurgo Alfredo Bucciero. Tra i numerosi premiati, riconoscimenti anche per gli ospiti della serata, nomi come Carmelo Zappulla ed Enzo Caradonna.

La serata si è conclusa con una deliziosa degustazione di prodotti tipici e di alta gastronomia, in un clima ottimista e conviviale, mescolato alla speranza che Antonio Del Sole ha voluto seminare nell’animo dei suoi ospiti. Ringraziamo quindi il superchef Del Sole, non solo per il riconoscimento conferitoci, ma soprattutto per il messaggio da lui lanciato, e per la sua forza, grinta e buona volontà nel gettare le basi di un futuro migliore, florido e ricco per questa terra che non merita davvero l’appellativo di “terra di nessuno”.

 

di Daniela Russo

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE N°200
DICEMBRE 2019

Print Friendly, PDF & Email